Home / Chitarre / Maton EBG808TE Tommy Emmanuel – Australian Love
dsc 0001 2 36 660x330 - Maton EBG808TE Tommy Emmanuel - Australian Love

Maton EBG808TE Tommy Emmanuel – Australian Love

Il mondo della chitarra acustica è analogo a quello della fotografia o della gastronomia: difficilmente si riescono a cogliere al primo colpo tutte le sfumature, i pregi o anche talvolta i difetti di un determinato prodotto.

Ancora più difficile risulta parlarne e riuscire a trasmettere quella che sarebbe definibile come “esperienza” sensoriale sotto forma di un numero – seppur non molto discreto – di righe.

Quando ci si affaccia al settore della produzione e della valutazione della qualità di un prodotto, a meno che non si voglia essere infantili, è indispensabile armarsi di non poca pazienza, di molto più orecchio del normale e di un tempo molto più ampio per poter formulare effettivamente un giudizio significativo.

In questo articolo ci si trova davanti ad un bell’arzigogolo, siccome al centro della discussione c’è la Maton, maestra indiscussa della chitarra acustica, che insieme a Martin rimane uno dei capisaldi di questa tipologia di strumento. Nello specifico, si tratta di un modello di Maton associato a uno dei più eclettici e incredibili artisti della chitarra acustica contemporanea: Tommy Emmanuel.

Inizia quindi questo viaggio affascinante e complicato al tempo stesso.

Considerazioni Estetiche

dsc 0003 2 27 204x300 - Maton EBG808TE Tommy Emmanuel - Australian LoveSull’estetica c’è poco da dire, lo strumento si presenta con una veste molto semplice, tutto il legno è a vista per esaltare le venature e nessuna parte è stata verniciata, se non ovviamente con vernice alla nitro trasparente.

Sono molto a favore di questa scelta stilistica, ma più per gusto personale; ad esempio trovo esagerate alcune “dosi” di Abalone (Martin) o forme dei ponti che sembrano opere barocche del ‘600 (Gibson).

L’aspetto è decisamente semplice, senza fronzoli, non è appariscente, e sulle chitarre acustiche penso che il compromesso estetico migliore sia quello della semplicità quasi assoluta.

 

Considerazioni Tecniche

Per questa sezione non si può prescindere dall’analisi delle caratteristiche, così come illustrate direttamente dal sito di Maton:

  • Modello: EBG808TE
  • Body Shape: 808
  • Top: Sitka di grado AAA
  • Fondo e Fasce: Acero Queensland
  • Manico: Acero Selezionato Queensland
  • Tastiera e Ponte: Pau Ferro
  • Tipologia di Rosetta: Herringbone
  • Diametro della Buca: 95mm
  • Bracing: Maton Scalloped X
  • Binding Interno: Triple Pinstripe
  • Binding Esterno: Avorio
  • Lunghezza della scala del manico: 64.77cm (25.5″)
  • Venatura Paletta: Noce Queensland
  • Tasti: Dunlop 6260
  • Numero di Tasti: 21
  • Raggio Tastiera: 304.8mm (12″)
  • Profondità Capotasto: 44.1mm (1.736″ – 1 47/64″)
  • 14th Tasto: Profondità 55mm (2.165″ – 2 11/64″)
  • Intarsi Tastiera: 6mm Dot madreperlati “CGP” blocco madreperlato sul 12esimo tasto
  • Verniciatura Fondo e Fasce: Vintage Amber Stain Satinato
  • Finitura Top: Honey Stain Satin​ato
  • Pins del Ponte:  ABS color avorio
  • Meccaniche:  Grover Rotomatic cromate
  • Battipenna: Tartarugato
  • Supporti eer tracolla: Cromato
  • Nut & Saddle: Osso
  • Case: Standard Maton Hardcase
  • Pick-up: AP5-Pro
  • Corde in Dotazione: Elixir Nanoweb Phosphor Bronze 12-53.

Ci sono degli elementi che hanno destato il mio interesse mentre altri non li ritengo adeguati, ma andiamo con ordine.

Il punto a favore è il manico: per chi come me viene dalla chitarra elettrica, il manico è estremamente comodo e non troppo abbondante; nonostante in questo periodo io stia utilizzando prevalentemente il manico ultra wizard di stampo Ibanez, non ho trovato particolari problemi nell’usare a questo manico.

Quello a sfavore, almeno per me, è il fatto che i tasti siano piccoli, anche se ribadisco che è una considerazione personale. In effetti, questo strumento nasce per il “funambolo acustico”, che usa un mix di tecniche soprattutto melodiche non indifferente, quindi molto probabilmente un tasto più grande potrebbe dare più fastidio che altro, e non dobbiamo dimenticare che è una signature di Tommy Emmanuel, quindi tarata su esigenze specifiche.

Attualmente questo modello non presenta ponte e tastiera in palissandro bensì in Pau Ferro, per ovviare alle questioni CITES avvenute a inizio dell’anno.

Il resto della costruzione rimane nei canoni di una chitarra di alto livello, assenza di pezzi in plastica e dettagli belli da vedere e lavorazione al top: proprio quello che ci si deve aspettare da Maton.

Considerazioni Sonore

Il test sulla sonorità di strumenti del genere va effettuato in due situazioni ben differenti: da spenta e da amplificata, in modo da restituire uno spettro più ampio di considerazioni. Ovviamente in questo caso non mi è stato possibile effettuare test con microfoni, essendo una prova in negozio, altrimenti avrei optato per l’utilizzo di una coppia di microfoni a condensatore a diaframma piccolo.

Sta di fatto che, a prescindere dai casi di amplificazione e non, il manico è molto gestibile, il sustain risulta molto bello e mantiene perfettamente l’accordatura, come ci si aspetta da uno strumento di pregio ovviamente.

e27a6d8787127d72b2bb8a187f9d2906.image .1140x421 300x111 - Maton EBG808TE Tommy Emmanuel - Australian Love

Considerazioni da spenta

Da spenta il sound è forse leggermente carente sullo spettro delle basse frequenze, però l’intero strumento vibra bene e si sente un ottimo feeling; lo spettro delle medio – alte è invece molto più pronunciato e risulta essere molto brillante, sound generale di grande spessore e ben definito che rispecchia la fascia di posizionamento dello strumento, ma il sistema di amplificazione fornisce decisamente una marcia in più.

Considerazioni da amplificata

Da amplificata, quindi utilizzando il suo sistema, che permette l’uso di un piezoelettrico unito a un piccolo microfono, dà veramente un sacco di soddisfazioni in termini di resa sonora e palette sonore ottenibili.

In primis ho testato il microfono a zero e il solo pick-up piezoelettrico: il suono che si ottiene è particolarmente caldo, molto ben definito, ma forse rende le alte leggermente taglienti, cosa risolvibile con il microfono e vedremo anche il perché.

2r04514 200x300 - Maton EBG808TE Tommy Emmanuel - Australian LoveLa sezione che utilizza il microfono è molto morbida e brillante, le alte diventano molto più gestibili e con il giusto dosaggio, insieme al piezoelettrico, si riescono a ottenere delle basse abbastanza presenti, che da spenta non risultano, e delle alte molto cremose, nitide e morbide.

L’equalizzatore fa il suo dovere in maniera egregia, nulla di cattivo da segnalare, si riescono a gestire abbastanza bene tutte le frequenze dello strumento, cosa notevole visto che si tratta di un controllo “On-Board”.

Veramente soddisfatto del suo suono da amplificata, consiglio di scegliere bene l’amplificatore per avere il risultato migliore ottenibile.

Considerazioni Economiche

Il prezzo di vendita è di circa 2500 euro, come tutte le chitarre di alto livello.

Tra i suoi principali competitor possiamo annoverare:

  • Breedlove
  • Martin
  • Chatelier
  • Takamine
  • Taylor
  • Gibson

Le differenze risiedono nella tipologia costruttiva: ognuno di questi marchi ha un’idea di chitarra ben diversa e quindi da ognuna ci si aspetta una risposta profondamente e marcatamente peculiare, per cui è scorretto fare paragoni.

Il prezzo non è altissimo per quello che offre lo strumento in sé, sia anche per l’offerta Maton, sia per la tipologia di strumento – non è la chitarrina entry level, e quando si decide di comprare uno strumento di fascia alta, specialmente una chitarra acustica, questa è una delle opzioni che si presentano.

Considerazioni Finali

Pro

  • Manico molto comodo
  • Sistema di amplificazione molto performante
  • Suono brillante

Contro

  • Basse non molto presenti da spenta
  • Tasti piccoli

Nota dell’autore

Sono, e penso rimarrò per molto tempo, dell’idea che questo prodotto non è uno strumento di riserva per un chitarrista elettrico, non è quel tipo di chitarra da acquistare per il solo gusto di aggiungere qualche pezzo acustico al repertorio.

Questa nasce come chitarra acustica per chi normalmente usa questo strumento, è un miglioramento per chi ha deciso di intraprendere questo percorso sonoro con serietà e quando il musicista decide di avere alla base della propria tecnica un approccio più strutturato con la chitarra acustica. Questo esclude che la possano usare con soddisfazione coloro che saltuariamente e sporadicamente suonano generi acustici, in quanto è uno strumento da concertisti e va trattato come tale.

Notizie utili

Modello: EBG808TE
Prezzo di vendita consigliato: euro 2.400
Sito ufficiale: http://maton.com.au

Antonio Cangiano

About Antonio Cangiano

Antonio Cangiano nasce nel 1991 e coltiva l'interessa per la musica e lo strumento in giovane età , comincia gli studi di chitarra subito dopo la maggiore età e coadiuva lo studio dello strumento a quello della costruzione del suono. Dopo aver militato in gruppi di musica rock , pop e per un periodo anche jazz , cosa che gli permette di avere un ventaglio culturale più ampio sia dal punto di vista dell' esecuzione che sulla cura del suono. Comincia nel 2014 l' attività di recensore con ItalianGuitarTube dove ancora oggi cura la rubrica dedicata al Made in italy , dove recensisce qualsiasi tipo di strumento costruito nell' italico stivale gli capiti a tiro , avviando collaborazioni con aziende sparse in tutta Italia.

Check Also

Original Classic Oro 310x165 - Liuther Guitar Tips : Pick up con Luca Villani

Liuther Guitar Tips : Pick up con Luca Villani

La cosiddetta “voce” del nostro strumento viene dal legno, e questo è un dato che …

  • Adolfo Barbatelli

    Sembra un signor strumento. Da provare…