Home / Chitarre / Made in Italy – Lodato Guitar Zen 4
31369596 10160110204990618 2902855016819720192 n 660x330 - Made in Italy - Lodato Guitar Zen 4

Made in Italy – Lodato Guitar Zen 4

Per chi ama la musica e gli strumenti a corda non è possibile fermarsi solo alla chitarra: arriva il momento in cui è necessario studiare altri strumenti, non necessariamente a sei corde. Questo articolo è la mia prima recensione di un basso elettrico, dalla composizione molto tradizionale, nato come soluzione handmade alla portata di tutti.

Il Lodato Guitar Zen 4 nasce con solide premesse per essere un ottimo strumento per iniziare a studiare, uno strumento per lavorare con un’ottima qualità sonora, da portare durante un percorso al conservatorio o in un’accademia, costruito con la collaborazione di Antonello Losacco.

Vediamo un po’ cosa ha da dirci.

Considerazioni Estetiche
Lo strumento si presenta con un design ricercato con punte moderne, l’intera struttura poggia su un massiccio body in castagno con finiture natural in tutto lo strumento, creando un bel connubio tra estetica e venature del legno. L’hardware cromato e i pick-up neri si sposano bene, rendendo lo strumento non troppo appariscente e signorile, in modo da poter essere utilizzato in ambienti un po’ più intimi di un palcoscenico.
E’ un basso che si presenta abbastanza bene, molti forse lo troveranno un po’ scarno a livello di finiture, però mantenere il legno a vista ha sempre il suo fascino intramontabile che difficilmente cede il passo alle vernici sparkle o fluorescenti. L’unico neo è forse la paletta un po’ troppo piccola, che rende lo strumento leggermente sbilanciato all’indietro, ma per il resto non è affatto brutto a vedersi.

31317695 10160110204610618 2715121897527312384 n 225x300 - Made in Italy - Lodato Guitar Zen 4

Considerazioni Tecniche

  • Corpo Castagno Francese o Frassino Europeo
  • Manico (bolt on) Acero
  • Tastiera Palissandro
  • Ponte Modern Style in Ottone
  • Corde Sansone String
  • Meccaniche Wilkinson o Gotoh
  • Pickup Humbucker Artigianali in Alnico V MP Pickup
  • Nut 45 mm in osso – Scala 34”
  • Radius 20” – Controlli 2 volumi + Tono (Pot CTS)
  • push/pull humbucker/single coil
  • Uscita Jack 1/4″

La dotazione non è molto diversa dal resto degli strumenti presenti in commercio, però spicca per il fatto di unire a un hardware di buon livello un’elettronica e una serie di magneti che fanno un buon lavoro e riescono a essere dinamici e abbastanza potenti, nonostante le dimensioni molto inferiori rispetto agli humbucker che si possono trovare su un Musicman.

Il modello in questione, in particolare, presenta il corpo in castagno; per il resto, questa è la dotazione tipica di uno strumento di questa fascia.

Considerazioni Sonore

Queste considerazioni sono del tutto personali, visto che nascono dalla mia esperienza da Guitar-User riportata su un basso elettrico. Non avendo esperienza con questo strumento, ho pensato preliminarmente di chiudermi “in clausura” a fare pratica con gli esercizi, poiché mentre sui suoni avevo già un’idea a livello di memoria uditiva, sentivo di dover essere in grado di mettere le mani in maniera quantomeno professionale sullo strumento.
Il sound in generale risulta analogo al classico suono dei due pick-up humbucker in modalità split, ricorda molto le sonorità tipiche del Fender Jazz Bass, a cui ormai tutti siamo abituati e che rimane una pietra miliare; però allo stesso tempo il sound risulta essere più rotondo e forse a tratti meno carico di attacco; la corsa del volume è lineare e non presenta punti di vuoto di alcun tipo; la sezione di equalizzazione è abbastanza di base e non porta a sonorità troppo aperte.

31297432 10160110205370618 8833794133463138304 n 244x300 - Made in Italy - Lodato Guitar Zen 4

In questa modalità si possono ottenere le sonorità classiche del basso elettrico, riuscendo a coprire un ventaglio di necessità non indifferente: ovviamente il mio parere, ai limiti della banalità, è che il sound jazzy, pop e funk la fanno da padroni per questa tipologia di magneti, ma la modalità humbucker non è da meno.

La modalità humbucker riesce a dare soddisfazioni per sound più spinti: guadagnano una fortissima dose di armoniche, si riesce a ottenere un suono più cattivo e deciso rispetto alla controparte in single coil, ovviamente.

Ottimo per generi come l’hard rock, un po’ meno per l’heavy metal e per alcuni suoni del pop moderno, in cui il basso deve avere una grande rotondità e una grande presenza.

Si può dire che il ventaglio sonoro è tra il Fender Jazz Bass e il Warwick Streamer, con però una buona dose di risonanza e con suono molto più corposo, rotondo e definito.

Ho realizzato un’analisi spettrografica dello strumento.

Qui possiamo notare il comportamento del basso, totalmente dry e direttamente nella presonus studio 1824 per il magnete al manico:

Cattura 2 300x232 - Made in Italy - Lodato Guitar Zen 4

Come detto in precedenza, il suono si presenta decisamente morbido, non molto cattivo e con una forte presenza di frequenze nel regime delle basse e bassissime frequenze, una decisa presenza sul regime delle medie ma non molto sulle alte.

Qui invece vediamo il comportamento del magnete al ponte:

Cattura 300x233 - Made in Italy - Lodato Guitar Zen 4

In questo caso le cose sono un po’ diverse: si ha una presenza di alte più pronunciata e decisamente più volume, un suono meno ovattato e più deciso, molto più adeguato a generi meno “educati”.

Secondo aspetto di cui voglio parlare è quello della maneggevolezza: nonostante lo strumento abbia una paletta leggera rispetto al body molto possente, è comodo da suonare; il mio percorso da neofita non è stato traumatico, sentivo la giusta dose di vibrazioni, ma non ho riscontrato problemi di intonazione o di suoni “estranei”. Mi sono però ritrovato a testare lo strumento durante una stagione ahimè pessima, quale è l’estate, quindi ho dovuto in buona parte tenere conto che potevano esserci problemi dovuti al cambio di temperatura da un momento all’altro, cosa che è avvenuta ma in minima parte, con una perdita di accordatura di circa un ottavo di tono (cosa che capita anche a strumenti blasonatissimi), ma non ho perso intonazione.

Il manico è ben fatto, non mi ha creato problemi di posizione di alcun tipo, nemmeno azzardando, sempre da neofita, a suonare zone del manico alquanto anguste tra il 13esimo e il 15esimo tasto: anche qui l’intonazione ha mantenuto bene e si riusciva a suonare con una discreta comodità.

In conclusione, lo Zen 4 è uno strumento che copre un ventaglio di suoni decisamente ampio rispetto a qualche concorrente, ma mantenendo una qualità di legno ed elettronica superiore, e riuscendo a garantire un rapporto fra timbrica e maneggevolezza di cui non mi posso lamentare.

Considerazioni Economiche

Il basso esce sul mercato a un prezzo di circa 950 euro, incluse tasse e custodia. Non è un prezzo altissimo, siamo al livello di un jazz bass messicano o americano (usato), Warwick, Scechter o Ibanez. L’idea è offrire un prodotto praticamente handmade a un prezzo tutto sommato onesto, offrendo uno strumento che è costruito su specifiche richieste e che premette di lavorare per un bel po’ di anni.

Nulla da aggiungere, il prezzo è consono e sarebbe difficile chiedere altro.

31286477 10160110205180618 4974423717703581696 n 300x260 - Made in Italy - Lodato Guitar Zen 4

Considerazioni Finali
Pro
⦁ Hardware di buon livello
⦁ Versatile
Contro
⦁ Paletta troppo leggera
⦁ La finitura natural potrebbe non piacere

About Antonio Cangiano

Antonio Cangiano nasce nel 1991 e coltiva l'interessa per la musica e lo strumento in giovane età , comincia gli studi di chitarra subito dopo la maggiore età e coadiuva lo studio dello strumento a quello della costruzione del suono. Dopo aver militato in gruppi di musica rock , pop e per un periodo anche jazz , cosa che gli permette di avere un ventaglio culturale più ampio sia dal punto di vista dell' esecuzione che sulla cura del suono. Comincia nel 2014 l' attività di recensore con ItalianGuitarTube dove ancora oggi cura la rubrica dedicata al Made in italy , dove recensisce qualsiasi tipo di strumento costruito nell' italico stivale gli capiti a tiro , avviando collaborazioni con aziende sparse in tutta Italia.

Check Also

Ponte fisso Schecter 7 corde 310x165 - Schecter Banshee Extreme 7 - Un'ascia poliedrica

Schecter Banshee Extreme 7 – Un’ascia poliedrica

Con la nuova serie Extreme Legacy, Schecter si affaccia a una fetta di mercato molto …