Home / Hardware / Focusrite Red 8Pre – Una visione moderna con una voce vintage
Focusrite Red 8Pre  660x330 - Focusrite Red 8Pre - Una visione moderna con una voce vintage
Focusrite Red 8Pre

Focusrite Red 8Pre – Una visione moderna con una voce vintage

Il mercato delle interfacce audio “pro” si sta spingendo sempre più in alto. Non basta più la “semplice” qualità dei convertitori per valutare un prodotto.
È una guerra che ormai si sta spostando sull’avere preamplificatori in più o in meno, sulla presenza di plug-in, sull’opportunità o meno di processori interni, sulla connettività digitale…

Questi nuovi prodotti si presentano sempre più come coltellini svizzeri, offrendo all’utente una vasta possibilità di azione, ma spesso complicando anche operazioni che di partenza potrebbero essere molto più semplici.

Con l’introduzione all’inizio del 2016 della Red 4pre, Focusrite aveva dato la netta sensazione di volersi affacciare in quello che è il settore “pro” delle interfacce audio Thunderbolt, già toccato da altri rinomati marchi come UAD, Apogee, RME e ultimamente Antelope e Slate Digital, le cui schede si sono ritagliate una fetta di mercato importante, fornendo prodotti di indubbia qualità associati spesso ad altre “utility”, come plug-in interni o di terze parti.

La Focusrite, rimboccandosi le maniche e forte della propria esperienza ultradecennale, ha immesso sul mercato prima la Red 8Pre e, da pochi giorni, la Red 16. In quest’articolo prenderemo in analisi il modello Red 8pre, diretto concorrente di Apogee Ensemble, UAD 8p, Antelope Orion Studio, ecc.

Come si può immaginare già dal nome, questa nuova serie di interfacce Thunderbolt dell’azienda inglese trae spunto dagli storici amplificatori Focusrite, sia quelli RED, introdotti nel 1993, che i modelli ISA 110 e ISA 130, oltre alla recente serie REDNET, che offre un’ampia connettività tramite Ethernet, basato sul protocollo Dante.

Prima presa di contatto

Dopo aver spacchettato la scheda, passiamo ad esaminare il contenuto dello scatolo. Estraendo l’interfaccia, non si può non evidenziare la costruzione molto solida, con la parte anteriore in alluminio rosso, esteticamente affascinante, che richiama alla memoria la serie RED e REDNET. Sono presenti, poi, due tipologie di cavo di alimentazione (sia europeo che americano) e un coupon con cui è possibile usufruire dei factory plug-in Red Eq e Red Compressor, oltre a una serie di vari plug-in di terze parti che, come si è avuto modo di scoprire nelle settimane d’uso della scheda, cambiano periodicamente, alcune volte in versione Lite, altre in versione completa. Finora, Focusrite ha stretto partnership con Drawmer, Softube, Nugen Audio e XLN audio, per seguire in parte la strada segnata da UAD, e ora anche da Antelope e Slate Digital, cioè fornire anche un discreto bundle associato al prodotto. Inoltre, è stato da poco siglato un accordo con l’azienda McDSP, nota nel settore per la qualità dei suoi plug-in, i quali saranno disponibili gratuitamente ai possessori di schede della serie Red per 12 mesi. Infine, cosa da non sottovalutare, viene fornito di serie un cavo Thunderbolt di ben 2 metri, certificato Apple, il cui valore si aggira sui 40 euro.

Ritornando all’interfaccia, il pannello frontale si presenta da sinistra a destra con 2 ingressi Instrument, 8 pulsanti per la gestione mic\line, tramite l’ampio knob posto subito a lato, un ampio display diviso in tre mini-pannelli, un altro knob per la gestione del volume del monitor e delle cuffie (oltre ad altre funzioni di cui parleremo successivamente) e quattro pulsanti di colore giallo: quello meter che permette di associare i meter sul display a qualsiasi tipo di ingresso o uscita fornito dalla scheda, il pulsante monitor e due pulsanti headphone seguiti dalle due uscite cuffie e dal pulsante on\off della scheda.

Focusrite Red8 PRE - Focusrite Red 8Pre - Una visione moderna con una voce vintage
Focusrite Red8 PRE

Il pannello posteriore invece si differenzia rispetto a molti altri prodotti presenti sulla stessa fascia. Sono presenti 5 connessioni DB25: la prima riguarda gli 8 preamplificatori derivati dalla serie RED originaria (quindi appunto ISA 110 e 130); poi, a seguire, quella riguardante gli ingressi Line 1-8, da usarsi alternativamente a quelli microfonici; a seguire un’altra simile dedicata agli ingressi Line 9-16; infine le ultime due per le uscite 1-8 e 9-16. Dopo le DB25, troviamo le due uscite L&R dirette ai monitor, due porte mini-DigiLink, interfacciabili con Pro Tools HD, connessione S/PDIF, due porte Thunderbolt, 2 in e 2 out ADAT, 2 connessioni BNC per il Word Clock I/O e 2 BNC per l’I/O LOOP. Completano il pannello le due connessioni Ethernet da impiegarsi con il protocollo Dante.
Insomma, Focusrite non ha lasciato nulla al caso per quanto riguarda le connessioni digitali, punto di forza di molte serie prodotte sin dagli anni ’90.

Focusrite RED 8 PRE Retro AgeofAudio 1024x576 - Focusrite Red 8Pre - Una visione moderna con una voce vintage
Focusrite Red 8Pre

Il Test

Dopo aver installato il software di controllo Focusrite Control su iMac 27” 2014 e aver preso nota dal sito che Focusrite ha rilevato problemi sui driver delle porte Thunderbolt della serie iMac (aspetto, quest’ultimo, riscontrato anche su un’altra scheda di fascia Pro NdR), analizziamo il pannello di controllo software (Fig.3).

Pannello di controllo Focusrite RedPre 1024x576 - Focusrite Red 8Pre - Una visione moderna con una voce vintage
Pannello di controllo Focusrite RedPre

Ci troviamo di fronte a una schermata molto semplice, a differenza dei vecchi software Saffire, davvero complicati da maneggiare. Sulla sinistra abbiamo le informazioni principali di cui abbiamo bisogno per partire, ovvero Frequenza di Campionamento, Sorgente di Clock, Sorgente S/PDIF, Meter da visualizzare e la funzione Host Mode, che ci permette di selezionare le porte Thunderbolt o quelle mini-Digilink legate a Pro Tools.

Sulla destra troviamo tutto il pannello relativo ai primi 8 canali della scheda.
I primi due è possibile impostarli nell’ormai consueta tripla modalità Mic/Line/Instrument. In modalità MIC, si può controllare l’alimentazione a 48v, la Fase, l’High Pass Filter e la possibilità di linkare i canali 1-2. Accanto, troviamo la funzione AIR, utilizzabile su tutte e tre le modalità, marchio di fabbrica Focusrite sin dai tempi dell’ISA, che dà un boost di 2db a 10khz e -2db di attenuazione a 20khz con un’impedenza di ingresso ridotta a 2,2 KOhm.

La funzione AIR non è una semplice aggiunta software applicata da Focusrite, ma agisce a livello hardware: tant’è vero che appena si switcha in modalità AIR, è possibile avvertire lo schiocco di un relè interno che va a cambiare la configurazione.

La terza modalità, quella Instrument, permette di abilitare gli ingressi sul pannello frontale, direttamente sui canali 1 e 2 della scheda per l’uso di strumenti amplificati a corde. A mio avviso questa soluzione rappresenta una pecca, in quanto altre aziende permettono di avere gli ingressi Instrument su canali separati rispetto a quelli Mic/Line.

Passiamo oltre e andiamo a visualizzare il routing I/O (Fig.4).

Fig.4 Routing Focusrite RedPre 1024x576 - Focusrite Red 8Pre - Una visione moderna con una voce vintage
Fig.4 – Routing Focusrite RedPre

Qui Focusrite ha davvero lavorato bene, dato che la scheda è completamente configurabile per quanto riguarda ingressi ed uscite, a partire da quelli analogici, fino ad arrivare alle connessioni digitali. Una versatilità incredibile che finora necessitava dell’acquisto di almeno 2-3 prodotti per raggiungere la stessa configurazione.

Abbiamo effettuato il test utilizzando come software Logic Pro X 10.3.2.

Andiamo subito a visualizzare i tempi di latenza di questo prodotto, dato che Focusrite dichiara prestazioni eccellenti dei propri convertitori, all’altezza dei diretti rivali. In effetti ci troviamo di fronte a tempi sorprendenti, se paragonati ai vecchi prodotti Liquid Saffire, ma anche alle più recenti Clarett.

A 192khz con Buffer Size impostato a 32 sample, la RED 8pre si attesta su un sorprendente 0,5ms di latenza.
Di seguito riportiamo tutti i valori di output, mentre tra parentesi è indicato il valore di Roundtrip in ms.

Tempi di latenza Focusrite Red 8Pre 1024x365 - Focusrite Red 8Pre - Una visione moderna con una voce vintage
Tempi di latenza Focusrite Red 8Pre

I driver della scheda sono molto stabili, nel nostro test non abbiamo mai accusato problemi di sincronizzazione col software, né alcun tipo di glitch digitale in riproduzione. L’interfaccia lavora in modalità “muletto” per ore senza nessun problema. Alcuni hanno rilevato un fastidioso rumore delle ventole interne, ma devo dire che a mio personale parere non appaiono così problematiche. È chiaro che, con tutto questo ben di Dio, all’interno serva un circuito di raffreddamento diverso dalle normali schede con cui ci siamo relazionati finora.

Ma dopo tutti questi numeri, come suonerà questa scheda?

Chiaramente, per chiunque abbia avuto a che fare con le recenti serie ISA, il sound di quest’interfaccia non sarà una novità. Cristallino e definito, di tutt’altra pasta rispetto alle precedenti serie Saffire, Scarlett o Clarett. Focusrite dichiara 63db di Gain massimo. Le caratteristiche di questi Preamp si avvicinano molto a quelli dell’Apogee Ensemble, forse leggermente più colorati, ma comunque assolutamente lineari e decisamente versatili.
Chiaramente non c’è da aspettarsi la “pancia”, ad esempio, di un pre UAD o Antelope, però se ne guadagna molto in linearità. Parliamo di preamplificatori decisamente adatti per registrazioni di materiale acustico, per voci liriche e per voci pop. La modalità AIR prova a dare quella “botta” cercando di avvicinarsi un po’ al sound NEVE di cui Focusrite è stata partner negli anni, ma ritengo vada usato con molta cautela sia in presenza di sibilanti quanto di suoni troppo “ferrosi”, tipici degli strumenti ad arco. Su una cassa di batteria invece può dare quel quid in più, come anche su un basso.

Personalmente, da possessore di due Heritage Audio 73jr serie 500, preferisco questi ultimi se la necessità è quella di avere un sound più aggressivo.
A proposito dell’utilizzo di Preamp esterni, l’interfaccia presenta 16 ingressi di linea analogici (di cui già abbiamo detto che quelli 1-8 si alternano ai PRE, ma non possono essere usati in contemporanea, mentre solo sulle prime 8 linee può essere utilizzata la modalità AIR). Inoltre rispetto agli ingressi di linea 1-8, quelli 9-16 hanno caratteristiche elettriche lievemente diverse: infatti la distorsione armonica dei primi 8 è dichiarata in -101db, mentre quella degli ingressi 9-16 è di -104db.

Conclusioni

Ci troviamo di fronte a un prodotto dalle notevoli potenzialità. Focusrite con questa RED 8pre offre delle caratteristiche che la rendono appetibile a tanti studi che hanno in dotazione strumentazione analogica (con 16 line out la possibilità di summing analogico è notevole NdR), oppure in situazioni Live, magari sfruttando le connessioni DANTE in combinata con i moduli della serie REDNET.
Gli 8 preamplifcatori RED, inoltre, sono una garanzia di notevole qualità in fase di tracking.
Nel nostro test abbiamo però rilevato anche qualche pecca, che non va a svilire la qualità del prodotto, in quanto si tratta di alcune sottigliezze, che però avrebbero fatto tanto comodo e sarebbe bastato poco per rendere operative.
Innanzitutto la Control Room, limitata ad una sola coppia di monitor, senza possibilità di switching sulle uscite (come ad esempio permettono altri marchi).
Altra nota dolente, già indicata più sopra, riguarda i primi due canali, che in modalità Instrument escludono l’uso degli stessi come Mic/Line.
Infine, vista l’innumerevole quantità di connessioni DB25 presenti (e quindi anche una notevole spesa in cavetteria) per rendere il tutto operativo, perché non lasciare la possibilità di avere i canali microfonici 1-8, separati dai Line 1-8, così da permettere la registrazione degli 8 preamp e dei 16 ingressi Line contemporaneamente?
In conclusione, il prezzo della scheda è leggermente superiore a quello delle sue dirette rivali, ma c’è da dire che è adeguato rispetto alla connettività e alla qualità che offre.

INFORMAZIONI UTILI

Produttore Focusrite
Distributore: Eko Music Group
Modello: Focusrite Red 8Pre
Prezzo consigliato: 3.500 Euro iva inclusa

Ringraziamo Ciaravola Strumenti Musicali, per averci dato la possibilità di effettuare il test in anteprima.

Demo Audio realizzate presso PLAY MUSIC STUDIO
ChitarristaStefano Torino
Chitarra – Taylor GS Mini in Mogano
Pickup Single Coil -Fishman magnetico senza preamplificazione
La registrazione è avvenuta in diretta senza nessuna post produzione.
Microfono Neumann U89 in modalità Wide Cardioid

Arpeggio AIR OFF

Arpeggio AIR ON

Neumann U89 – ARPEGGIO – AIR OFF

Neumann U89 – ARPEGGIO – AIR ON

About Vincenzo Siani

Check Also

Esi uniK 08 Plus  310x165 - Esi uniK 08 Plus - Una nuova frontiera di Nearfield

Esi uniK 08 Plus – Una nuova frontiera di Nearfield

Esi, azienda tedesca attiva nel settore audio pro da circa dieci anni, risponde alla grande …