Home / Hardware / Zoom Q2n – La GoPro della musica

Zoom Q2n – La GoPro della musica

Una delle ultima nate della casa giapponese, Zoom completa la sua vetrina di telecamere improntate al recording musicale.

Dall’ingombro poco più grande di quello di una GoPro ma con una sezione audio di alto livello questa nuova telecamerina si prospetta un prodotto interessante capace di dare molte soddisfazioni a un utente con pochissima spesa fisica e anche monetaria.
 
Considerazioni Estetiche

La Q2n rientra in quella serie di micro camere nello stile della GoPro, il design si presenta meno minimale e più accattivante rispetto a questa sua controparte una scelta di linee più aggressive e più moderne così da non farla sembrare una scatoletta con un obbiettivo grandangolare, a differenza sempre della sua controparte il microfono sulla parte superiore dello chassis, non è un pugno nell’occhio, riesce a mescolarsi bene al disegno originale della telecamera.

Piccolina ma bella da vedere, si presenta bene per la fascia di mercato nel quale si colloca.

Oltre ai dati che riguardano prettamente la parte di recording, la parte strutturale è davvero molto interessante per una telecamera di queste dimensioni, due microfoni a 120° e un ingresso per microfoni esterni con connessione mini jack aumentano considerevolmente le possibilità di queste telecamerina, oltre alle connessioni poi per un USB (in modalità 2.0 anche quando viene usato come webcam).

L’alimentazione è affidata a una coppia di batterie AA, qui ammetto di aver storto non poco il naso e avrei preferito molto di più una batteria al litio seppur piccola e forse con poca portata, la casa dichiara circa 2-3 ore di autonomia di utilizzo in modalità 720p/30 fps, non male ma nemmeno troppo eccezionale.

La sezione audio oltre a un external mic (che gestisce fino a -39 db) ha un bellissimo accessorio che è quello dell’autogain che devo ammettere fa bene il suo lavoro almeno per un utilizzo in luoghi chiusi e non eccessivamente affollati, per chi non ha voglia o tempo di gestire i guadagni in entrata è comunque una cosa molto interessante che non avrei disdegnato di vedere su un Q8.


 
Considerazioni Comparto Video

La parte video è coerente al resto della concorrenza (anche se parliamo di video recorder non prettamente inerenti alla musica), sono rimasto piacevolmente stupito per la ripresa in formato 1080p, da un immagine nitida e ben definita e permette molte riprese ravvicinate (zona paletta o vicino al manico) ma è meglio non tentare minimamente di usare il digital zoom, il rumore video che ne scaturisce rovina tutta la ripresa, quindi consiglio di gestire al meglio la posizione di ripresa per avere una buona qualità video.

Anche il 720p non è affatto male, siamo quasi agli stessi livelli del Q8, certo la mancanza di un frame rate più elevato ti fa mancare la ciliegina sulla torta, ma parliamo sempre di un telecamerina molto piccola quindi possiamo farcelo bastare.

Soddisfacente per le riprese ausiliarie e dinamiche, mantiene bene la ripresa anche in momenti di ripresa più dinamici e l’immagine non risente di alcun tipo di problema, fa il necessario e lo fa bene se presa a paragone con una GoPro, quindi su questo lato per me è promossa.
 
Considerazioni comparto Audio

Qui notiamo la differenza sostanzialissima tra le telecamerine standard e la Q2n, le capsule microfoniche lavorano bene anche nella modalità di solo recording audio, certo va gestito il gain per evitare picchi di segnale ma la qualità è buona.
I vari test sono stati effettuati sul parlato, chitarra elettrica in pulito e chitarra elettrica distorta:

Per quanto riguarda il parlato, la resta è stata buona seppur con qualche taglio di frequenza, all’inizio ho effettuato il primo test con la telecamera a una distanza di circa 70 cm, ho avvicinato fino ai 20 cm e la ripresa e migliorata sensibilmente dando più spessore allo spettro vocale di una ripresa parlata, ovviamente non nasce prettamente per questo rendiamocene conto, ma è comunque una cosa che va detta per chi la volesse utilizzare per registrare qualcosa di parlato.

La chitarra in pulito non ha risentito di tagli di qualche tipo, è rimasta fedele però mettendo la telecamera a circa 15 cm dal cono dell’amplificatore e si riesce a ottenere una ripresa fedele del proprio strumento senza particolari tagli come detto pocanzi o particolari compressioni di sorta.

La chitarra distorta soffre di una leggera compressione se si tiene la telecamera alla stessa distanza di come la si tiene per quella pulita, allontanandola si risolve e riesce a dare una ripresa di livello discreto ma con qualche carenza nel registro delle medio basse, ma comunque accettabile .

Promossa sui suoni puliti, un po’ meno per la ripresa dei suoni distorti, ci si può ingegnare per cercare di avere una ripresa migliore però e si possono ottenere risultati migliori.

Considerazioni Economiche

Attualmente il prezzo di mercato di una di queste si aggira intorno i duecento euro, prezzo discreto seppur non proprio per tutte le tasche, la ricca dotazione di base la rende appetibile e la resa in ambito di qualità e possibilità di utilizzo la rende competitiva e molto sfruttabile.

Tutto sommato è un prezzo giusto rispetto al mercato e alla resa finale.


 
Considerazioni Finali

Zoom migliora ancora il corredo di recorder video audio, questo Q2n è molto ma molto più performante e meno ingombrante di telecamere più vecchiotte come il Q3HD, non è una telecamera definitiva perché comunque ha una serie di limiti ovvi che sono determinati sia dalla sua forma molto compatta e sia dal fatto che non è la top di gamma di casa Zoom.

Utile per chi comincia o per chi ha bisogno di una telecamera veramente striminzita come ingombro, però ai compromessi che questi ingombri minimi ti danno (capsule non intercambiabili, uscita ausiliare limitata e così via)
 
PRO

  • Dimensioni Estremamente compatte
  • Microfoni Molto performanti
  • Entrata Aux
  • Molte opzioni per essere una piccola telecamera

 

CONTRO

  • Le batterie AA non durano niente
  • Lo schermino LCD è estremamente risicato
  • Supporta solo schede micro SD
  • Digital Zoom assolutamente da evitare

 

Nota dell’ autore

La preferisco più come telecamera ausiliare che come telecamera principale, pur raggiungendo buone performance non è ovviamente allo stello livello del Q8 con il quale sono abituato a lavorare, però si presta molto per le tipologie di ripresa che vanno ora molto di moda, ovvero quelle sulle palette degli strumenti oppure vicinissime allo strumentista per dare una visione più profonda della performance.

Purtroppo trovo inconcepibile la risicatissima durata delle batterie, certo è possibile risolvere con una batteria al litio esterna, ma a questo punto non sarebbe stato meglio in fase di progetto dotarla gia di una batteria al litio piuttosto che farla andare a batterie?
 
Telecamera per tutti gli usi?

Si e no, dipende in questo caso dalla tipologia di riprese che si vogliono fare, può essere molto utile come recording in sala prove o come telecamera di ripresa veloce che si può mettere in tasca e usarla quando si vuole, si riescono a ottenere bei risultati, sarebbe il top per il maestro che deve fare un video per il suo allievo e deve avere una macchina da ripresa da usare subito e senza sforzo e con la qualità audio adatta a una performance di tipo musicale.
 
Possibilità di registrarci i live?

Molto difficile secondo me, ma non impossibile, per il gruppo che vuole registrare una performance può gestirsi il gain del microfono (o tentare con la funzione autogain di ottenere un risultato accettabile) per provare una ripresa di questo tipo, a patto di posizionarlo in una zona che non sia troppo vicina al palco che altrimenti il gain andrebbe settato a livelli veramente minimi e non ottenere un audio decente.
 
Telecamera per riprese statiche?
 
Sinceramente no, è una telecamera gestibile a mano, la userei per una ripresa dinamica piuttosto che metterla su un treppiedi e basta, per le riprese statiche si può usare altro.
 
Telecamera da fiera?

Su questo lato è grandiosa, perché puoi iniziare una ripresa subito senza dover montare nulla, se hai bisogno di una ripresa audio-video al volo in fiera per un articolo che ti interessa particolarmente non ci metti niente a fare una ripresa anche di buona qualità.
 
Considerazioni Tecniche
 
Andiamo quindi a vedere la dotazione video:

Sezione Descrizione
Formato di memorizzazione Micro SD classe 10 fino a 128 Gigabyte
Sensore Ottico 3 megapixel 1/3 di pollice CMOS
Lente F 2.0,160° FOV,Fixed Focus

Distanza Focale 16,6 mm (equivalente di 35mm)

Risoluzione Video HD 1080 / 30 fps

HD 1080 / 24fps

HD 720 / 30 fps

HD 720 / 24 fps

Formato Video Mpeg4 H264
Opzioni Video FOV (Field of View) stadi: 0.75, 0.85,1.00,1.30,1.50

Scene selezionabili a ISO variabili.

 
Mentre per la parte audio:

Sezione Descrizione
Formati Audio Wav(24bit/96 kHz , 24bit/48 kHz , 16bit/44.1 kHz)
Opzioni Audio Filtro Taglio Bassi (80,120,160), Autogain

 
Informazioni Utili

Modello: ZOOM Q2n
Prezzo di vendita consigliato: EURO 270
Distributore italiano: Mogar Music S.p.A.
Sito ufficiale: www.zoom.co.jp/it

 Antonio Cangiano



About Antonio Cangiano

Antonio Cangiano nasce nel 1991 e coltiva l'interessa per la musica e lo strumento in giovane età , comincia gli studi di chitarra subito dopo la maggiore età e coadiuva lo studio dello strumento a quello della costruzione del suono. Dopo aver militato in gruppi di musica rock , pop e per un periodo anche jazz , cosa che gli permette di avere un ventaglio culturale più ampio sia dal punto di vista dell' esecuzione che sulla cura del suono. Comincia nel 2014 l' attività di recensore con ItalianGuitarTube dove ancora oggi cura la rubrica dedicata al Made in italy , dove recensisce qualsiasi tipo di strumento costruito nell' italico stivale gli capiti a tiro , avviando collaborazioni con aziende sparse in tutta Italia.

Guarda anche

AccordoShow Milano Custom Shop – Made in Italy in fiera

Il 26 marzo al palazzo delle stelline Accordo ripropone il suo evento dedicato esclusivamente alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*