Home / Hardware / Theremini! L’etere alla riscossa!
Moog Theremini Age of Audio - Theremini! L'etere alla riscossa!

Theremini! L’etere alla riscossa!

ThereMini !!! Anche lui, il buon vecchio e glorioso Theremin è riuscito a digitalizzarsi !!!!!
Ebbene si !!! Il Theremin, lo strumento più amato da Robert Moog , lo strumento che ha dato il via alla storia della MOOG MUSIC INC. si è “modernizzato”.

Moog Theremini  Age of Audio

E sembra quasi dovuto che sia proprio la Moog a dare una seconda chance ad uno degli strumenti più strani e affascinanti che la storia abbia mai visto.
Il suono prodotto, totalmente libero da vincoli, sia sull’intonazione, sia sulla gestione del volume, ne fa uno degli strumenti più simili alla voce umana, dandogli un identità quasi “sovrannaturale”, e proprio per questo è praticamente utilizzato in tutti quei film, dagli anni 40 sino a metà degli anni 60, che parlano di paranormale e soprattutto fantascienza !!!
Non parliamo poi dello spettacolo nel vedere un suonatore di theremin (thereminista?… mah) all’opera.
Sembra quasi un prestigiatore…
Mano destra controlla l’altezza delle note, mano sinistra il volume, toccando cosa?
Una tastiera?
Delle corde?
NIENTE toccando assolutamente NIENTE !!!!!!
Risvolto della medaglia?
Chiunque abbia mai messo mani ad un Theremin, ricorda benissimo (per molti un trauma) quanto è difficile riuscire a tirar fuori qualcosa che assomigli al concetto di “suonare” uno strumento !
Bene a questo ci ha pensato MOOG con il ThereMini.
Partiamo dal motore che non ha niente a che vedere con il fratello analogico, l’Etherwave.
Il cuore del ThereMini è il famoso ASE (Anisotropic Synth Engine), cioè quel software più conosciuto come AniMoog, celebre applicazione per ipad, che ha vinto inoltre, il premio TEC 28 per le audio applicazioni per tablet e smartphone.
E’ proprio l’ASE che fornisce al ThereMini quelle carte che lo catapultano nel 21 secolo.
Diamo un occhiata al pannello dei controlli e vediamo quattro potenziometri:

VOLUME
PITCH BIAS
AMOUNT (preceduto dal tasto Delay)
PRESETS

Moog Theremini front
Moog Theremini front

VOLUME controlla il volume generale della cuffia e, udite udite, dell’altoparlante interno !!!!!!! Già il ThereMini possiede un altoparlante interno, qualcuno griderà allo scandalo, ma per molti potrebbe significare autonomia nello studio o la possibilità di poter suonare lo strumento in piccoli spazi, in piccole formazioni, senza doversi portare ulteriore amplificazione… Inoltre due uscite jack garantisco all’esecutore di poter connettere ad un mixer o impianto qualsivoglia in stereo ( stereo… praticamente fantascienza !!!)

PITCH BIAS è la funzione che rende il ThereMini sicuramente innovativo e appetibile al grande pubblico, cioè la “correzione dell’intonazione delle note!!!!
In poche parole, regolando la quantità del correttore d’intonazione (pitch bias) riusciamo ad ottenere note più o meno intonate, partendo da un ritocco minimo che ci garantisce la gestione di melodie fluide con note portate, riuscendo a creare glissando e portamenti, (caratteristica principale dello strumento), arrivando man mano ad una correzione sempre più presente, che garantisce note perfettamente intonate come se stessimo suonando su di una tastiera. I glissando quindi diventano scale cromatiche, i portamenti, invece, impossibili.
Sicuramente qualche discepolo dello strumento classico a questa notizia, sta già organizzando una “crociata” per annientare il “demone” che vuole imbrigliare la libertà che il ThereMini offre in termini di intonazione e volume. Ma se riflettiamo un attimo, potrebbe essere un primo strumento per qualche neofita che vuole avvicinarsi alla “gestione eterea” del suono, tipica del Theremin, senza dover passare i successivi due mesi da uno psicologo per riguadagnare l’autostima persa durante lo studio dello strumento, o peggio ancora evitando di utilizzare il Theremin per creare fenomeni sonori degni più a clown in un circo piuttosto che a un palco dove si suona musica…

AMOUNT accoppiato al tastino DELAY serve a regolare il ritardo del segnale ripetuto (effetto Delay). Interessante che la Moog abbia inserito un Delay all’interno del ThereMini perché in questo modo riusciamo a rendere il suono più interessante (il delay è forse l’effetto più utilizzato accoppiato con il Theremin) senza dover affidarci ad unità esterne.

PRESETS controlla l’altro parametro che rende il ThereMini uno strumento del 21 secolo, cioè le 32 (dico 32…) forme d’onda utilizzabili per la creazione dei suoni.
Un Theremin con più suoni? Affascinante…
A questi potenziometri aggiungiamo tre tasti:

SCALE
SETUP
ROOT

SCALE serve per selezionare i vari tipi di scale memorizzate all’interno del ThereMini.
Funzione utilissima se si usa il PITCH BIAS al massimo creando note perfettamente intonate.

SETUP serve per regolare le varie funzioni generali dello strumento

ROOT seleziona la nota fondamentale su cui si costruirà la scala selezionata.

Bando alle ciance !!!!
Avevamo bisogno di un ThereMini??
Riflettendoci, strumenti concettualmente simili al ThereMini esistono. Ad esempio il Kaossilator della Korg, ma nessuno ha il fascino che “l’antenna” di un Theremin possiede !!!
E’ un po’ come se dovessimo decidere tra batteria elettronica o acustica, pianoforte elettronico o acustico. Sappiamo bene che la storia c’insegna che l’uno non esclude l’altro, a mio parere, (quello di un suonatore di Theremin…) l’ideale sarebbe , possederli tutt’e due !!
Il Theremin e il ThereMini !!!
Mah…. Certo il ThereMini non ha sicuramente il fascino del Theremin classico.
E’ vero, è uno strumento che metterebbe a dura prova, anche il più rivelato dei buddhisti, ma una volta capito come funziona… ragazzi è come raggiungere il nirvana !!!
Ma di contro Il ThereMini è più facile da suonare, da gestire, da tarare e ti apre le porte su mondi sino ad oggi impenetrabili con il Theremin, quindi potrebbe essere un punto d’inizio per chi vuole avvicinarsi allo strumento senza impazzire e poi magari affiancarlo con un Etherwave.
Dimenticavo la notizia più interessante, il ThereMini possiede una porta USB (mini USB 2.0) che serve per collegare in MIDI, strumenti, Laptop e magari utilizzare qualche plugin tipo Z3TA+, o immaginate KONTAKT pilotato da un Theremin…
Interessante….
Molto interessante…..

Fabio Badalamenti

About Fabio Badalamenti

Guarda anche

Stompbox Verve 310x165 - Verve - Stompbox estrosi con brio

Verve – Stompbox estrosi con brio

E’ esistito un periodo in cui il mondo degli stompbox era monopolio di poche marche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*