Home / Chitarre / Roland Rc300 loopstation

Roland Rc300 loopstation

Roland ha finalmente rilasciato il discendente diretto della RC50, loopstation storica, che necessitava di una rimodernata. Come al solito quella che racconto è l’esperienza diretta di un utilizzatore non le descrizioni tecniche dei manuali o il fumo negli occhi dei produttori.

Cominciamo col dire che RC300 non stravolge il mercato, non è così innovativa in un panorama gettonatissimo di looper, loops, a loostations, ma presenta alcune caratteristiche interessanti che possono dare al musicista una marcia in più.

– 3 canali stereo indipendenti che consentono di registrare fino a 3 ore di audio digitale
– volumi separati
– 16 effetti digitali professionali (questa è la vera novità)
– 1 pedale di controllo programmabile
– uscite audio main e sub
– uscita cuffia
– MIDI in-out e thru
– ingresso line in stereo/mono (2 ingressi mono L-R)
– ingresso microfonico XLR con alimentazione phantom
– 4 ingressi per pedali esterni (2 ingressi stereo)
– decine di loop di batteria
– ingresso aux
– USB per scaricare i file in 44khz 16bit
– USB per utilizzare la loopstation come scheda audio 2 canali (interessante questa possibilità!!!)

Il primo approccio – riflessioni del primo utilizzo

E’ semplice da usare, intuitiva, più facile di qualsiasi altra loopstation che abbia provato. I pedali sono tutti a vista. Ognuno col suo stop, il suo undo, il suo volume, insomma è tutto lì, niente di occulto!
E’ precisa, non ho sentito gap di registrazione come nella RC50. Gli effetti sono semplici da attivare ma scomodi da cambiare. La sincronizzazione funziona bene, in tempo reale.
C’è un comodo start-stop generale anche questo a vista.
Anche i comandi piccoli sono manovrabili con i piedi, lo dico per chi come me adora suonare scalzo.
Ogni tanto si blocca, ci sono bug che sicuramente correggeranno, basta sapere dove sono però, perché se si blocca va proprio in tilt e dal vivo può essere un problema(!). Mi è successo solo una volta ma leggendo sui forum sono tanti quelli che si lamentano.
Non sono riuscito a riprodurre l’errore né a farne una statistica, ma ho capito che se fermo tutto con lo stop generale al posto di spegnere ogni canale la probabilità di blocco si riduce drasticamente.
La prima domanda di rito: entrerà nella borsa? 53,6cm… la RC50 era 47,2cm e pesava un kg in meno (è entrata!)
Il passaggio da una patch all’altra ha circa un secondo di latenza.

Effetti digitali

La pedaliera ha 16 effetti digitali. Credo che Roland potesse osare un po’ di più. Gli effetti vanno dalla distorsione (mediocre), al transpose (ho subito pensato che fosse utile per fare qualche variazione ma lo userò mai?), delay (questo mi piace), una sorta di vocoder (#*?!), phaser, modulator, flanger, a qualche filtro di poco più fantasioso.
Personalmente non ne faccio grande uso nel live perché sono scomodi da variare. Se si utilizza un pedale esterno allora le cose vanno meglio. Il fatto è che ogni effetto ha delle varianti (es. la distorsione ha varie tipologie di drive) e non sono facilmente accessibili, soprattutto se vogliamo seguire un’idea “al volo”, meglio di niente comunque, almeno quando mi serve un effetto non devo accendere un pc o altre pedaliere (ovviamente dipende dall’effetto…).
Il riverbero è un parametro della patch, quindi è come se fosse un effetto in più selezionabile da menù con valori 0-100.
Tutti gli effetti ad esclusione del riverbero possono essere impostati come generali, su tutte le tracce contemporaneamente real-time oppure in input, quindi registrati sulle tracce. Questa possibilità è utilissima se si vogliono utilizzare più effetti in una song.

RC300 vs RC50 (anche per chi non sa cos’è la RC50)

Essendo un utilizzatore di RC50 ora quasi convertito alla Rc300 posso farne un’analisi pratica.

Ho comprato la RC300 perché volevo un prodotto che integrasse anche gli effetti per evitare di dover portare in giro più pedaliere. La cosa è riuscita al 50% perché gli effetti lasciano un po’ a desiderare sia per qualità che per fantasia che per manovrabilità. Quindi ho risolto il problema non per tutte le situazioni live.
+ E’ più intuitiva e con meno funzioni nascoste. Il manuale si è drasticamente ristretto.
E’ più lunga e larga di circa 5cm, più alta di 1cm, più pesante di 1kg (536 mm, 231 mm, 76 mm 3,9kg).
+ La memoria è notevolmente superiore, ma diciamo la verità quella della RC50 era sufficiente.
Hanno rimosso il FADE IN delle tracce, perchè?!
+ La possibilità di utiizzarla come scheda audio usb è interessante. I driver vanno scaricati dal sito.
+ Gli undo sono separati per canale e non relativi all’ultima registrazione effettuata come nella RC50.
+ C’è il MIDI Thru.
+ Il Midi sync finalmente funziona ed è possibile utilizzare la pedaliera come slave!
= Il tasti per il reverse sono stati rimossi bisogna andare nei menù (tragico per chi li usava… ma chi li usava?!)
La conversione D/A è passata da 24 bit a 16bit.
+ Il pedale – per chi usa i pedali – può rappresentare un plus.
= Il tap tempo si è ristretto ma è possibile comunque farlo con il primo pedale di stop.
+ L’alimentatore è molto piccolo, tipo quello dei cellulari.
Per chi ha una RC50 – e la sa usare – vale la pena cambiarla?
Direi di no, ma ci sono solo 3 ragioni per cambiare la pedaliera che secondo me possono far pendere la risposta verso il si:

1) ho bisogno di 3 ore di registrazione (non certo dal vivo… )
2) mi servono gli effetti e mi accontento di un’effettistica standard non troppo complessa (il mio caso)
3) mi hanno offerto molto per la RC50 e con pochi soldi me la cambio così sono aggiornato!

Per il resto siamo lì, non cambierà la vita di nessuno, soprattutto al bravo utilizzatore della RC50 che ha già automatizzato operazioni di routine.

PRO

Facile da usare.
Effetti e pedale on board.
Precisa e – se rimuovono qualche piccolo bug – anche affidabile.

CONTRO

E’ grande, ma se proprio vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno diciamo che è spaziosa.
Gli effetti sono pochi, difficili da programmare in un live e abbastanza scontati.
Perché Roland ha rimosso il fade in delle tracce?
il prezzo non è proprio per tutte le tasche.

Cosa non è
Non è una RC30 con un pedale in più, sia chiaro!

Il parere

Non ancora il prodotto ideale, ma la migliore loopstation del mercato oggi.

Produttore: www.roland.com
prezzo: circa 470,00 euro

Uso creativo di 2 loopstation Roland RC 300 sulla cover “Hit The Road Jack”

Altri articoli di Fabio Pesce
Bio

About Fabio Pesce

Engineer, musician, teacher. A life around the music for the music's sake.

Guarda anche

Komplete 11 – Native Instruments

Parallelamente all’uscita del nuovo Maschine Jam è in commercio una delle librerie più Komplete della …

46 commenti

  1. ooohhhh grazie! proprio la recensione che mi serviva!!

    uso da anni l’rc 50 ed ero molto incuriosita da questa novità..vorrei farti una domanda:
    suono chitarra e cajon( col pedale della batteria) contemporaneamente e sono entrambi collegati alla loop station tramite jack e ingresso microfonico.
    se volessi registrare solo uno dei due strumenti mentre suono entrambi? c’è la possiblità di settare questa cosa? o devo prendere necessariamente un’altra loop station?
    grazie!

    Sara

    • Purtroppo non si può fare. Per quanto la RC300 abbia 3 volumi diversi per strumento/mic/aux non è possibile assegnare un ingresso ad una sola traccia.
      Soluzioni alternative sono pedali di volumi esterni, però sincermente la vedo un po’ complicata da gestire in un live.

      Fabio Pesce

    • ciao fabio…volevo chiederti un consiglio..
      vorrei acquistare una loop..premetto che non ne ho mai posseduta una,perciò mi servirebbe un consiglio.
      ho trovato una Rc 50 usato negozio a 250 e una rc300 ex demo a 400+ spese d spedizione.
      che mi consiglieresti di acquistare.ciao

      • Non conosco il tuo budget e altri dettagli su quello che fai però ti do 2 pareri da utilizzatore di entrambe, poi vedi tu in base alla tua situazione.
        Valutazione tecnica:
        RC300, più facile da usare, meno bug col timing, hai 3 ore di memoria e ci sono gli effetti. Se il tuo percorso è professionale non ci pensare, prendila.
        RC50 se non hai abbastanza soldi, la rivenderai presto per comprare una RC300 e ti chiederai perché non l’hai fatto prima.

        Valutazione economica
        Nessuno dei due prezzi è un affare.
        La Rc50 usata a 250+sped (non conosco le condizioni) vale sul mercato tra i 250-280 euro + sped, quindi è il suo prezzo.
        Se però la devi prendere ti consiglio questa da http://www.panharmonikon.net/boss-rc-50-usato.html SPEDIZIONE GRATUITA
        risparmi sulla cifra che mi hai detto e hai la garanzia di un negozio per qualche mese.

        La Rc300 ex-demo a 400+sped neanche questa è un grande affare se ti guardi intorno. Prendila da Thomann.de 440,00 SPEDIZIONE COMPRESA NUOVA, arriva in 3 giorni e hai 30 giorni per provarla e ripensarci con garanzia soddisfatto/rimborsato (e i tedeschi su questo sono seri, garantito).
        In Italia ti costa di più. (suggerimento: hai partita iva? Potresti risparmiare un po’)
        L’ex-demo va bene solo se conosci prodotto e venditore. Già se mancano imballi o è graffiata, ci penserei. Quando la rivenderai perderai quel poco risparmio che hai avuto.

  2. Ciao Fabio, con la rc300 è possibile caricare una sequenza e poi registrarci dei loop sopra con la funzione del loop quantize? in modo che i loop che faccio vengano “stoppati” perfettamente a tempo con la sequenza caricata?
    E poi un’altra cosa che non ho ben capito è la sincronizzazione MIDI per cosa si usa?
    Grazie

    • Non so se ho capito bene la domanda, ma se l’idea è quella di avere un loop registrato a tempo col metronomo interno della rc300 e ci vuoi registrare altro sopra, allora si, il quantize cercherà di allinearlo allo stesso tempo. La cosa importante però è che il primo loop sia allineato al metronomo della RC e questo non è semplicissimo se il loop è preregistrato con un suo tempo originale e lo mandi via audio. La RC tenta comunque di determinare il tempo ma non sempre ci indovina, quindi dal vivo non tenterei un esperimento del genere, la base iniziale va comunque memorizzata prima del live. Se vuoi un consiglio non ti affidare troppo al quantize, se hai una base preregistata esercitati a prendere il tempo della base oppure dovresti suonare col metronomo in cuffia se il loop non ha ritmica.
      Per quanto riguarda il MIDI è possibile fare diverse cose, te ne cito qualcuna.
      1) collegare 2 RC300 in modo che uno piloti l’altro attivandolo alla pressione dello start e passandogli lo stesso tempo (RC1 OUT e RC2 IN)
      2) controllare i patch della RC300 da un pc/software/tastiera/pedaiera midi e settare effetti, parametri delle memorie, undo, etc (puoi farla partire in un determinato momento o registrare in una base midi i cambi di effetto/patch) – RC1 IN e PC OUT
      3) controllare tramite la RC300 un software/pc/expander inviando comandi di start/stop, tempo, program change (premendo lo start parte anche la base registrata in un pc con lo stesso tempo della RC ad es.) – RC1 OUT e PC IN

      Spero di esserti stato utile.

      Fabio Pesce

      • Ciao a tutti, a proposito della RC300 c’è una cosa che ancora non mi è chiara. E’ possibile assegnare il click tempo alla loopstation tramite un’unità esterna, tipo una drum machine che utilizza il batterista per il click? Mi spiego meglio: se il mio batterista usa il click, è possibile via MIDI sincronizzare la loopstation al tempo che utilizza il batterista?
        Grazie mille in anticipo per la risposta!

      • Ciao Fabio,

        ho trovato il tuo post cercando la soluzione al mio problema di sincronizzazione della RC-300 ad una mac su cui gira Logic Pro. Mi spiego meglio: ho fondamentalmente 2 necessità simili (ma non uguali):
        1) sincronizzare una sequenza registrata su Logic al tempo della patch/loop, cioè voglio che la RC mandi il clock midi a Logic e che la sequenza suoni secondo il tempo che riceve dalla RC e che, inoltre, la sequenza parta solo quando viene premuto start in una patch.
        2) sincronizzare il tempo di una patch/loop sulla RC al tempo di una sequenza, cioè fare in modo che la RC “prenda” il tempo dal clock midi che riceve da Logic in modo da poter looppare in tutta tranquillità con il click essendo sicuri che il tempo sia corretto.

        In entrambi i casi ho provato ad impostare la RC come “master” (caso 1) o come “slave” (caso 2) (sia via cavo midi sia via usb) ma in nessuno dei due casi sono riuscito ad ottenere quanto mi serve.
        Evidentemente mi perdo qualcosa… accetto qualsiasi consiglio.
        Grazie mille e complimento per il sito! 🙂

        • La sincronizzazione via midi (usb non serve) riesce a sincronizzare 2 RC300 una impostata come master e una come slave.
          Nal caso RC300-software è possibile risolvere solo il punto 1 della tue domande e cioè fare in modo che Rc300 mandi il clock ad un software come Logic. Per il punto 2, utilizzare RC300 come slave, non ci sono ancora speranze.
          Nel primo caso invece devi impostare RC300 come master e Logic come slave. Il problema in questo caso potrebbe essere la configurazione di Logic di cui non sono uno specialista, in ogni caso per default il software è impostato come master. Dovrebbe essere tutto qui . Il secondo paragrafo parla della configurazione di Logic come slave ed è quello che ti serve.

          Fabio

  3. Ciao, ma come mai quando registro un loop, se nel mentre ne sta suonando un altro mi viene registrato anche il suono che sta suonando…ovviamente lo sento di sottofondo però c’è…ed è molto fastidioso…
    inoltre la qualità audio di quando registro non è la medesima che sento dal mio amplificatore mentre suono, devo regolare dei parametri per la qualità?
    Scusate ma sono abbastanza ignorante nel campo e ho appena comprato questa loop station ma sento che non la sto sfruttando a pieno…se qualcuno può darmi una mano vi lascio anche il mio indirizzo mail hyb.sound@gmail.com ……grazie in anticipo.

    • Cominciamo dal volume. In alto a sinistra della loopstation hai 3 volumi relativi alle 3 tracce. Devi registrare qualcosa e posizionarli in modo che il volume di uscita sia lo stesso che ascolti quando suoni.
      Altri volumi che dovresti impostare sono quelli di ingresso in alto a destra (aux, mic e line). Questi ultimi 3 migliorano il livello di registrazione.
      Una volta impostati non li tocchi più fino alla fine della sessione.
      Il fatto che in una traccia entri l’audio di un’altra non dipende dalla Rc300. Probabilmente stai utilizzando un microfono e volumi abbastanza alti, dovresti trovare una posizione diversa. Con i microfoni il problema c’è sempre se sei troppo vicino alle casse o cose del genere. Idem con i pickup delle chitarre acustiche, può succedere lo stesso.
      Devi trovare il giusto rapporto tra volume e posizione del microfono.

      Fabio Pesce

  4. Ciao, ho una sola domanda. registrate tutte e tre le tracce (finisce il brano e ne devo “compilare” un altro) come si cancellano (in un colpo solo tutte e tre le tracce, perché altrimenti se comincio la nuova registrazione mi va in overdub conil registrato del brano precedente. Si devono per forza cancellare una ad una?

    Ciao grazie…

    • Non esiste una cancellazione globale rapida. Il metodo più rapido che conosco è quello di passare ad un altro pattern o di uscire e rientrare nel pattern in cui sei (es. se sei al 10 vai a 11 e poi ritorna). Le registrazione delle tracce se non è stato effettuato il write spariscono.
      Altro sistema è tramite il tasto write ma è più lento per effettuarlo dal vivo. Premi write, poi ti sposti con le frecce su “inzialize” e premi di nuovo write.

      Fabio Pesce

  5. Ciao fabio…alla fine ho scelto di prendere la 300 e ne sono molto contento…
    Mi sto spulciando per bene il manuale ,ma un paio di cose non mi sono chiare:
    vorrei sapere
    1)se è possibile impostare due o più tipi di ritmi di batteria in una frase da poter gestire in momenti differenti,
    2)come mai se avvio il tempo tramite il tap e in seguito avvio la registrazione(traccia1 ad esempio)si avverte una specie di controtempo aal avvio della registrazione (spero sia chiaro il concetto)
    3)gli effetti del pedale di modulazione,vengono applicati a tutte le tracce della frase….è possibile associarli solo al suono dello strumento (basso in questo caso)quando suona anche se non registrando…tento di chiarire:
    dopo aver avviato dei loop creando una linea ritmica e armonica,se voglio improvvisarci melodicamente con un effetto anche senza che ciò venga registrato(come in un live),è possibile farlo?grazie

    • Oh, complimenti!
      1) Non è possibile cambiare ritmi di batteria in una frase in automatico. Potresti cambiare il ritmo solo con un pedale esterno o col midi. Il pedale esterno lo puoi associare ad qualsiasi parametro della loop compreso i ritmi.
      2) Il tap fa partire la batteria al terzo tap. Quindi devi premere 2 volte il pedale per prendere il tempo e il terzo lo premi sul pedale di registrazione. In questo modo se sei preciso non hai problemi di click. Stessa cosa se avvii prima la batteria e poi registri. L’avvio della registrazione deve avvenire a tempo col click.
      3) si può fare. L’effetto può essere associato a: strumento in entrata, suoni registrati, singola traccia. Nel tuo caso lo devi associare allo strumento in entrata. Vicino all’effetto c’è un tastino “loop fx” devi metterlo su input.

      • grazie fabio,
        a questo punto la domanda è lecita: potrei usare un drum sequel scaricato con le opportune variazioni 🙂 ?
        e quindinpuò essere memorizzaro all’interno della rc insieme alle altre tracce di batteria?

        • aggiornamento…per ora sono riuscito a fare solo questo:
          ho copiato una traccia da una frase(di quelle preimpostate) su una nuova e nel farlo ho notato che mi ha trasportato sia basso che batteria che non cambian al cambiare manuale della nuova traccia….per cui,dopo aver impostato un altro drum kit basta avviarli in un momento diverso.
          il problema è che il giro di basso non si può escludere e quindi tocca arrangiare su quel pattern

  6. Ciao volevo sapere se c’è la possibilità di controllare una delle patch attraverso un footswitch (tipo fs6 ) o se c’è la possibilità di usare 2 loopstation diverse contemporaneamente

    • Si, è possibile utilizzare FS6 controllare varie funzioni, si devono solo impostare.
      E’ possibile collegare 2 RC300 sincronizzandole tramite porta midi.

      Fabio

  7. Salve

    Posseggo anch’io una BOSS RC-300 e devo dire che è fantastica. All’acquisto si era presentato un problema al potenziometro memory/value, non funzionava. Mandata in assistenza tramite il negoziante la loopstation mi è stata restituita perfettamente funzionante. Adesso si è ripresentato lo stesso problema e, non so se per pura coincidenza, appena è stata collegata al pc tramite USB, dopo aver installato igli appositi drivers.

    Cosa potrebbe essere successo? mi sfugge qualcosa?

    Grazie per l’attenzione!!!
    Antonio

    • Purtroppo da quello che leggo sembrerebbe un difetto della pedaliera. E’ molto difficile che con driver errati si danneggi, soprattutto se il difetto permane anche con usb staccato. Può invece essere che se aveva un difetto di base l’abilitazione dell’usb possa averlo innescato di nuovo.

      Fabio

  8. ho acquistato una rc300 ma non riesco a far funzionare il pedale con gli effetti.
    qualcuno mi puo essere di aiuto. grazie

  9. Volevo chiedere un’info:
    Se io registro usando le 3 tracce, volessi crearne prima una vuota di 8 battute e poi una seconda traccia con un riff che si ripete uguale per 8 battute, devo per forza suonare lo stesso riff otto battute di seguito o posso suonarlo una volta sola e fare in modo che si ripeta per otto battute?

    • No, non si può registrare un riff e farlo suonare per 8 battute in automatico, non esattamente almeno.
      Quello che si può fare è suonare un riff mdi una battuta e spegnerlo manualmente (col piede in verità) dopo 8 battute. Tutto quello che è registrato va in loop all’infinito, il riff continuerà dunque a loopare anche dopo le 8 battute se non lo si ferma.

  10. Ciao Fabio,

    Spero tu mi possa aiutare.
    Stavo valutando l’acquisto di una rc 300, a san marino me la fanno pagare nuova 420 e mi sembra un ottimo prezzo.

    Informandomi bene però, anche in questo spazio, sembra avere dei bug questa loop station 🙁
    Mi sai dire quali e se si sono risolti con l’ultimo aggiornamento (che mi pare essere di fine 2014 e poi stop..?)

    Mi ero deciso su questa perchè ho un duo musicale e live mi servirebbe anche stoppare e riprodurre le singole tracce indipendentemente e non tutte insieme come con la rc 30.

    Spero tu mi possa aiutare…sono in paranoia!

    Grazie

    Marco

    • Non ci sono bug di rilievo che possano impedirti di utilizzarla, almeno non mi risulta (e sono un utilizzatore abituale).
      La possibilità di stoppare e far ripartire la traccia singola c’è. Ogni traccia è indipendente con start e stop separati, quindi è come avere 3 loopstation separate (se la imposti così). Ovviamente dipende dall’uso che ne vuoi fare.
      Per passare da una traccia all’altra puoi spegnere quella che non ti serve e accendere l’altra (2 movimenti) oppure impostarla in modo che funzioni solo una traccia alla volta e utilizzarla con un solo movimento che spegne la traccia attuale e attiva l’altra. Le possibilità sono varie.

  11. Ciao Fabio ti scrivo per chiederti un’informazione tecnica sul collegamento Midi prima di fare un acquisto

    Rc-300 invia segnale Midi ad altra Rc-300,e funziona tutto perfettamente,abbiamo il Midi Sync e la prima Loop station comanda l’altra correttamente…
    Ora vorremmo ampliare con un OctaPad della Roland,la mia domanda quindi è in che modo posso collegare anche lui alle due Loop Station,io ho pensato Rc300 1 invia midi a Rc300 2 (come già facciamo) e poi Rc-300 2 può inviare midi a Octapad? oppure essendo impostata che riceve il midi dalla Rc-300 1 poi non può al contempo inviarlo?

    grazie mille

    • Mi dispiace dirlo ma mi trovi impreparato! Non mi è ancora capitata una loop-catena del genere!
      Per un fatto di logica il midi out della Rc300-2 non dovrebbe funzionare dato che è controllata. Però puoi tentare. Se invece può servire il midi thru dovrebbe funzionare, mandando i segnali ingresso alla Rc200-2 anche all’OctaPad, però in questo caso comanda sempre la rc300-1, non so se fa la caso tuo.
      Se trovi una soluzione facci sapere.

      • Si si a noi va bene che comanda una loop station…e dai allora appena arriverà l’octapad scopriremo se questa CATENA MIDI funzionerà o meno 🙂

  12. Ciao, ho un microfono aputure v mic d 1 con uscita aux, è possibilie collegarlo e farlo funzionare tramite l entrata aux della loop statio rc-30?

  13. ho una loop station rc 30, per riprodurre tutti i suoni: tastiera , basso, suoni synt che amplificatore o casse devo usare?grazie

    • E’ difficile consigliare casse, molto dipende dalla potenza e dall’utilizzo. In ogni caso ci vogliono casse amplificate o 1 amplificatore e 2 casse. Le uscite sono stereo ma ciò non toglie che, se ci si accontenta, è possibile collegarlo direttamente ad una cassa mono, tipo quelle per chitarra per intenderci.

      • quindi se compro un paio di casse amplificate posso sentirci bene tutta la gamma di suoni sia di chitarra di basso che di pianola?grazie

  14. se compro un paio di casse amplificate posso sentirci bene tutta la gamma di suoni sia di chitarra di basso che di pianola?grazie

    • Si, se sono amplificate si. Ovviante in base agli strumenti che vuoi sentire dovrai scegliere le casse. Se parliamo di basso e lo vuoi sentire al meglio ci vorrebbero casse con coni un po’ più grandi.

  15. Ciao! Non riesco a passare sulla rc300 le sequenze dei miei brani dal mio pc. Ho scaricato e installato i file della bossrc-300 che mette a disposizione il sito, ma niente, ancora non ci arrivo. Puoi aiutarmi? Inoltre, volevo sapere se si poteva assegnare ad ogni traccia oltre ad una sequenza, un’uscita diversa ed indipendente, tipo in cuffia.

    • Per utilizzare la Rc300 come disco usb bisogna andare nel System e selezionare Sys:USB Mode col valore Storage.
      Diversamente un computer la riconoscerà come scheda audio.
      Una volta fatta l’impostazione le vedrai come se fosse una chiavetta usb. Metti i file nelle cartelle relativamente alle tracce.
      Per l’uscita, ogni traccia può essere assegnata o al MAIN o al SUB OUTPUT (o ad entrambi). In cuffia avrai sempre il main.
      (sempre tramite System vai fino a Sys: Track1 Out oppure Track2 o Track 3)
      Quello che dici quindi non si può fare o almeno non proprio come dici. Una buona soluzione è usare il SUB OUTPUT come uscita principale e lasciare il main per le cuffie o varianti del caso.
      La stessa cosa la puoi fare per il rhythm, lo puoi mandare ad entrambre le uscite (tramite il tasto EDIT e poi scorri fino a Output)

  16. Caro Fabio , invidio la tua dimestichezza con la rc 300 …. Vorrei chiederi come posso far interagire la rc 300 con un js -10 eband ed eventualmente con il digital recording studio Boss BR 1200 ….In sostanza se tu avvessi tutte e tre questi strumenti come li sapresti sfruttare al meglio facendoli interagire . Grazie

    • Il js-10 è un prodotto polifunzionale quindi è difficile consigliarti senza sapere come lo usi (mp3, cassa, effetto). Comunque faccio delle ipotesi.

      – Se usi js10 come cassa sei obbligato a mettere chitarra-RS300-JS10-BR1200 (o anche RS300-BR1200-JS10 se non ti servono gli effetti).
      In questo caso la chitarra può essere effettata o con gli effetti di RS300 o con uno solo degli effetti di JS10. Tutte le registrazioni su RS300 avranno lo stesso effetto JS10 se lo usi. In questo caso puoi usare il lettore mp3 per eseguire una base ma devi essere molto preciso nel tempo perché RS300 e JS10 non sono sincronizzati, bastano pochi millisencondi per far sballare il tempo dopo un minuto.

      – Se usi JS10 come multieffetto allora puoi mettere chitarra-JS10-RS300-BR1200 in questo caso rinunci alle basi di js10 (potresti anche usarle ma è quasi impensabile utilizzarle passandole in registrazione a RS300), puoi però usare tutti gli effetti sia di RC300 che JS10.
      Se hai un’amplificazione indipendente dal JS10 e usi i suoi effetti allora l’ultima configurazione è consigliabile.

      – ci sono altre varianti più fantasiose dato che RS300 ha 2 uscite sfruttabili (monitor e main). Potresti ad esempio usare chitarra-RS300(ch1 main)-JS10(in1) e contemporaneamente RS300(ch2-ch3 monitor)-JS10(in2)
      In questo caso puoi mettere un effetto di Js10 sulla traccia uno del RS300 e un altro effetto sulle tracce 2-3. Il vantaggio è che se hai bisogno di più effetti in una song non devi fare nulla, basta che cambi traccia di registrazione.
      Ovviamente il BR1200 sarà a valle, quindi RS300(main+monitor)-JS10(in1-in2)-BR1200

      Spero di esserti stato utile

      • Intanto grazie per la tua risposta . In realtà sto meditando l’acquisto del js10 per ovviare , probabilmente , alle mie scarse capacità nel destreggiarmi con scioltezza nelle varie tecnologie sonore che non siano i semplici pedalini singoli . Vorrei , in sostanza , usare l’amplificazione del js10 in casa , ma sopratutto usufruire facilmente dei vari effetti per le esercutazioni sulle basi del js10 . Mi succede infatti che cercando di fare altrettanto sul rc300 , parto con la base ( la prima pista mi fa partire una chitarra o un piano di accompagnamento e la seconda pista mi fa partire la sessione ritmica con basso e batteria ) il problema è che volendo aggiungere un effetto alla mia chirarra per suonarci sopra ecco che lo stesso effetto viene ripreso dalla seconda pista . Immagina una base di basso e batteria con un delay o una distorsione sotto. Casino ! Ecco i motivi per cui pensavo di “virare” sulla js10 che mi servirebbe comunque come aplificazione domestica . Grazie ancora ….. che ne dici ? … sono davvero inesperto !

        • Purtroppo credo che non sia una buona soluzione. Se usi il Js10 come cassa non puoi usare gli effetti in registrazione a RS300.
          In alternativa però ti dico che puoi settare RS300 in modo che gli effetti siano sull’entrata. In questo modo le tracce prendono solo l’effetto in entrata e non vengono tutte effettate come dici. In questo caso ti basta una cassa qualsiasi non per forza il Js10.
          Vai nelle opzioni e setta gli effetti su input (e non su track come da quello che dici è settato)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*