NAMM 2013 – Novità pedali Boss

Boss presenta al NAMM 2013 tre nuovi pedalini digitali accomunati da una sostanziale novità nell’ambito dell’effettistica a pedale per chitarra.

I tre prodotti, TE-2 Tera Echo, DA-2 Adaptive Distortion e MO-2 Multi Overtone, incorporano al loro interno un chip DSP (Digital Signal Processing) grazie al quale il pedale “intuisce” il tipo di segnale in ingresso ed effettua una compensazione in uscita di modo da garantire una risposta ugualmente soddisfacente per le note di ogni registro e per tutti i set-up. Boss chiama questa nuova tecnologia MDP (Multi-Dimensional Processing).

TE-2 Tera Echo

Boss celebra la sua lunga storia nel campo dell’effettistica per chitarra, iniziata nel ’77, con il suo centesimo pedalino. Perfetto per lo swelling, il Tera Echo è un delay/reverb stereo adatto a chi vuole esagerare, a chi attraverso un echo digitale cerca di creare uno spesso e ricco muro sonoro che si perde in spaziosi ambienti virtuali. Con le giuste impostazioni è possibile anche replicare degli spring reverb anni 50, rendendo il pedale utilizzabile dal post-rock al rockabilly. Le quattro manopole consentono di editare effect level, tone, feedback e space-time. Il pedale nasconde una quinta funzionalità molto interessante, già presente in alcuni prodotti Roland: in modalità hold (cioè tenendo premuto il pedale) si genera un effetto freeze che consente all’esecutore di trattenere un certo suono e dubbare le note appena suonate, creando un suono unico.

MO-2 Multi Overtone

Dotato di output stereo, il Multi Overtone aggiunge armonici ai nostri riff di chitarra, arricchendo enormemente il suono. Attraverso la manopola mode, possiamo scegliere fra tre diverse modalità di armonici e toni che Boss ha confezionato per noi: in prima posizione otterremo un’esplosione di armonici di registro alto, in seconda ci sembrerà di ascoltare il suono di un organo, in terza posizione aggiungeremo solo armonici di registro basso ottenendo come risultato un “ispessimento” del suono. Con la funzione detune possiamo controllare la modulazione degli armonici: avremo la sensazione di modificare leggermente il pitch di una seconda voce per la nostra chitarra. Completano il tutto le classiche manopole per la regolazione della quantità d’effetto (balance) e del tono (tone).

DA-2 Adaptive Distortion

Il DA-2 non è una classica distorsione dinamica. Grazie alla nuova tecnologia MDP, il pedale non soltanto risponde dinamicamente al tocco dell’esecutore, ma agisce effettando con modalità diverse note su registri diversi: le note basse risulteranno meno impastate e quelle alte cristalline ma non eccessivamente taglienti. Benché i controlli editabili siano piuttosto usuali (level, low, high, Adaptive-dist), i parametri del pedalino non si limitano ai controlli visibili. Il chip interno agisce come un cervello pensante, modificando, oltre che il livello di distorsione, anche le caratteristiche di compressione ed EQ.

Share

About Annalisa De Martino

Speak Your Mind

Tell us what you're thinking...
and oh, if you want a pic to show with your comment, go get a gravatar!

*