Home / Chitarre / Musica sotto l’ albero – Idee regalo natalizie per chitarristi.

Musica sotto l’ albero – Idee regalo natalizie per chitarristi.

Scende la neve, mettiamo gli addobbi e ci prepariamo ai cenoni del periodo si più freddo ma anche più bello dell’ anno, quello dove ogni povero chitarrista scrive a un signore barbuto di rosso vestito chiedendo una Fender Custom Shop, come il sottoscritto . . .  .

Genitori o poveri fidanzati/e che con l’avvicinarsi delle festività natalizie e dando il giusto peso alla passione musicale del figlio o del compagno decidono di far trovare sotto l’ albero un pensierino a riguardo, ma cosa regalare ?

Troppi sono gli articoli e gli accessori dove spesso si vanno a incappare speranzosi questi poveri cercatori di regali e molto spesso fanno un buco nell’acqua, quindi vediamo un pò come accontentare sotto l’albero un sedicente chitarrista di qualsivoglia livello.

 

Fascia fino a 50 euro

AccessoriStrap Lock: Come salvare la nostra chitarra con una spesa minima, questo piccolo attrezzo costa poco e salva la vita del nostro strumento ancorandolo alla tracolla e eliminando qualsiasi possibilità che questa si stacchi, dopo aver visto cadermi da dosso la mia prima Epiphone la decisione fu presa senza colpo ferire e tutte le mie chitarre attualmente montano questo sistema.

Prezzo: tra i 15 e i 25 euro (Dipende dalla marca)

AccessoriSet di plettri DevilPicks : Già precedentemente recensiti nella nostra rubrica, un set di plettri particolari può essere una bella idea per il chitarrista che cerca nuove sonorità, in base ai diversi materiali le rese possono essere tantissime e inoltre sono anche molto belli da vedere.

Prezzo: 30 euro

AccessoriTracolla: una buona tracolla imbottita anche se non in pelle può essere un regalo non solo bello da vedere (ne esistono ormai tantissime con grafiche al limite del pazzesco, ho una Dunlop in serie limitata con i disegni di un quadro giapponese) ma anche utile per il musicista che fa molti live e ne cerca una bella comoda per non finire sfinito sotto il peso dello strumento.

Prezzo: dai 15 ai 50 euro

AccessoriSet di pulizia: Troppo scontati al giorno d’oggi ma molti prodotti per la pulizia migliorano la durabilità dello strumento di qualsiasi livello, per esempio l’olio di limone della Dunlop oppure il fast fret della GHS  mi hanno permesso di pulire tutte le mie chitarre per moltissmo tempo e con una spesa quantomeno decente, esistono alcuni set con diversi prodotti monouso che ti fanno uscire lo strumento lindo e pinto.

Prezzo: tra i 15 e i 30 euro (se se ne acquistano diversi separatamente o più monouso)

BorseBorsa pedali: La borsa Electro Harmonix è stata la mia prima borsa pedali in assoluta, può contenere anche un Pod hd 500 e un pedale ausiliario per il volume, prezzo irrisolio, discretamente imbottita e abbastanza ben strutturata, il top con il quale cominciare.

Prezzo: 30 euro

PedaliPedalistica varia: Per quanto sia restio ai pedali troppo economici non tanto per la qualità ma quanto per la durabilità del prodotto, spezziamo una lancia a favore di Tc Eletronic che ha da poco messo in commercio una nuovissima serie di pedali, la Smorgasbord of tones, molto economici che promettono una buona resa, almeno dai video proposti dalla casa, per circa 50 euro direi che è possibile un investimento anche al buio per chi vuole farsi il regalo da solo, ma anche una buona scelta per chi vuole regalare un pedale spendendo poco.

Prezzo: 50 euro

gptblk-large
Gator GPT

Fascia fino a 100 euro

AccessoriTracolla: A differenza delle precedenti possiamo ambire a tracolle di ben altro livello, parliamo del non plus ultra in pelle rifinite con inserti in metallo, cinghie di alto livello e imbottitura degna ditale nome, la migliore tra queste, ma anche dal costo decisamente importante è quella della Gibson che pur costando una bella cifra è un prodotto di altissimo livello che compensa perfettamente i diversi pizzichi alla pancia che vi darete quando spenderete quasi un centinaio di euro.

Prezzo: dai 60 (Buffalo) ai 100 euro (Gibson)

PedaliPedale di preamplificazione: in questa fascia di prezzo si può già cominciare a comprare qualcosina di più decente, la serie degli uomini nudi della Dolphin’s Sound per esempio, ma anche i famosissimi SD1 o DS1 della Boss possono essere una scelta economica e sempre utile, un overdrive in più può solo far bene.

Pedalimultieffetto: regalo graditissimo, che costa poco e ha tantissime funzione è il Line 6 M5, tantissimi effetti della nota casa di Los Angeles, utilizzabili tramite MIDI, accordatore e modalità TrueByPass, una bomba a un prezzo veramente ridicolo attualmente per quello che offre, unico difetto è l’ alimentazione, tende a ronzare se non ben alimentato.

Prezzo: 100 euro

Accessori – Cavo LinfAudio 4 metri: Un cavo professionale può essere molto utile nell’ equipaggiamento del chitarrista, il cavo per chitarra della LinfAudio è un ottimo cavo per studio particolarmente brillante e preciso nella trasmissione, potrebbe essere un ottimo regalo da trovare sotto l’ albero.

Prezzo: 76/80 euro

MicrofoniMicrofono per amplificatore: Sempre utile, in una serata o per una registrazione al volo, un microfono da mettere vicino l’amplificatore rimane un ottima scelta che verrà quasi sempre apprezzata, Shure Sm57 o Sm 58, oppure anche il Sennheiser e609 sono i più utilizzati sia in studi che in live per la microfonazione chitarristica.

Prezzo: 100 euro

Prezzo: dai 50 (Boss) ai 100 euro (Dolphin’s)

PedalierePedaliera piccola: Su questa fascia di prezzo si può gia cominciare a parlare dell’utilizzo di una pedaliera piccola, su questo prezzo si possono optare per delle Rockbag o ancora meglio le Gator con struttura in legno e una borsa di tutto rispetto, come la Pedaltote per esempio.

Prezzo: dagli 80 ai 100 euro

Line 6 M5

Fascia fino a 200 euro

Schede audio – Scheda audio entry level : Per chi vuole cominciare nel bellissimo mondo dell’home recording, una piccola scheda audio con massimo due o quattro ingressi si può portare a casa con una cifra alquanto discreta, le prime scelte sono sicuramente le fasce entry level di Presonus, Roland e Focusrite, che oltre a essere di buona qualità offrono un software in bundle per la registrazione, un buon inizio per chiunque.

Prezzo: dai 120 ai 200 euro

Pedali –  Pedale di modulazione o ritardo : su questa fascia è possibile spaziare su tantissimi pedali e soprattutto di diverse tipologie , dato che abbiamo gia dato qualche esempio per i pedali di preamplificazione, questa volta passiamo alle modulazioni, Dolphin’s ci viene comunque incontro con le modulazioni della serie Da Vinci costruite interamente a mano, oppure anche alcuni pedali di Mastrovalvola come il Millibar, grandissimo compressore di stampo Universal Audio, altrimenti si può passare a qualcosa di più classico come per esempio il ressiue del CE2 che Boss ha cacciato da poco oppure il bellissimo Tc Eletronics Corona chorus, per quanto riguarda i delay si possono optare invece per il Tera Echo oppure il DD7, vi è l’imbarazzo della scelta.

PedalierePedaliera grande: In questo caso è possibile portarsi a casa una valigia portapedali dimensioni ben più generose, che permettano di portare pedali anche di una certa grandezza e sistemi di gestione adeguati allo scopo, tra le migliori oltre le gia citate Gator e Rockbag possiamo aggiungere anche le pedaltrain che sono attualmente il miglior prodotto possibile al giorno d’oggi.

Prezzo: dai 150 ai 200 euro

Strumenti – Per questa cifra si possono gia iniziare a comprare strumenti di fattura discreta, il listino di Cort e Yamaha abbondano di buoni strumenti a un prezzo veramente ridicolo per la loro resa, se volete regalare una chitarra di backup oppure serve uno strumento per provare nuove soluzioni liuteristiche, i modelli della serie Pacifica sono ottimi in questo senso.

scarlett 2i4
Focusrite Scarlett 2i4

Come ben vedete le opzioni abbondano, e stiamo comunque dando delle linee guide molto generali, potete prendere spunto e andarvene per un idea.

 

Antonio Cangiano

 

 

 

About Antonio Cangiano

Antonio Cangiano nasce nel 1991 e coltiva l'interessa per la musica e lo strumento in giovane età , comincia gli studi di chitarra subito dopo la maggiore età e coadiuva lo studio dello strumento a quello della costruzione del suono. Dopo aver militato in gruppi di musica rock , pop e per un periodo anche jazz , cosa che gli permette di avere un ventaglio culturale più ampio sia dal punto di vista dell' esecuzione che sulla cura del suono. Comincia nel 2014 l' attività di recensore con ItalianGuitarTube dove ancora oggi cura la rubrica dedicata al Made in italy , dove recensisce qualsiasi tipo di strumento costruito nell' italico stivale gli capiti a tiro , avviando collaborazioni con aziende sparse in tutta Italia.

Guarda anche

Dolphin’s Sound David – L’ onda quadra della Signoria

Pedale facente parte della prima serie meglio conosciuta come “Tre uomini nudi”, che rappresentano le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*