Home / La redazione

La redazione

  • Antonio Campeglia

    Sound engineer, musician and teacher.
  • Fabio Pesce

    Engineer, musician, teacher. A life around the music for the music's sake.
  • Vincenzo Palumbo

    Chitarrista, arrangiatore e didatta, Vincenzo Palumbo suona la chitarra da sempre. Dal 2006 lavora come chitarrista in qualità di “session man” nell’ambito discografico e live prediligendo il genere rock-blues e pop-rock. Le sue influenze sono da sempre Jimi Hendrix, Steve Ray Voughan, Steve Vai, Joe Satriani, Mike Landau, Steve Lukather e tanti altri dello stesso filone artistico. Nel 2008 si diploma in chitarra classica presso il conservatorio di Avellino “D. Cimarosa” Vincenzo ha collaborato con un cospicuo numero di artisti tra cui: Francesca Alotta, Ivan Cattaneo, Almamegretta, Wilma Goich, Walter Nudo, Paolo Mengoli, Tony Colombo, Luna di Domenico, Marco Fasano, Enzo Gragnaniello, e tanti altri. In orchestra per spettacoli come il Festival di Napoli, Singer Inside ed altre trasmissioni televisive regionali. Impegnato nel sociale in qualità di insegnante presso il “SERT” (servizio tossicodipendenze) e la “Scuola del Sorriso” (centro per disabili). Insegna chitarra come supplente nelle scuole pubbliche ad indirizzo musicale e presso scuole private del territorio partenopeo. Attualmente è impegnato in teatro con lo spettacolo del comico di zelig Peppe Iodice e con il suo Trio rock-blues sul territorio nazionale ed internazionale. Nel suo canale youtube è possibile trovare alcuni video didattici.
  • Antonella Panella

    Giornalista pubblicista - Fotografa
  • Antonio Cangiano

    Antonio Cangiano nasce nel 1991 e coltiva l'interessa per la musica e lo strumento in giovane età , comincia gli studi di chitarra subito dopo la maggiore età e coadiuva lo studio dello strumento a quello della costruzione del suono. Dopo aver militato in gruppi di musica rock , pop e per un periodo anche jazz , cosa che gli permette di avere un ventaglio culturale più ampio sia dal punto di vista dell' esecuzione che sulla cura del suono. Comincia nel 2014 l' attività di recensore con ItalianGuitarTube dove ancora oggi cura la rubrica dedicata al Made in italy , dove recensisce qualsiasi tipo di strumento costruito nell' italico stivale gli capiti a tiro , avviando collaborazioni con aziende sparse in tutta Italia.
  • Bruno Mazzei

    Nato a Napoli nel 1964 ed inizia ad appassionarsi alla chitarra prestissimo grazie al classico regalo natalizio dei genitori ed alla passione per la musica dei Beatles, dei Platters e di Edoardo Bennato. Quell’oggetto rimase per qualche tempo un arredo privo di vita fino a quando qualche amico non gli spiegò che una chitarra andava accordata e che, premendo semplicemente la quarta e la quinta corda al secondo tasto, veniva fuori un accordo chiamato Mi minore… Il repertorio di Bennato, apparentemente semplice ma capace di aperture armoniche imprevedibili, lo inizia allo studio –da autodidatta- degli accordi e della chitarra ritmica e lo conduce all’acquisto della fantastica Ranger XII della Eko, purtroppo poi venduta. Negli anni settanta ed ottanta prosegue lo studio della chitarra rock affascinato dall’ascolto di Hendrix, Blackmore e Page, con risultati abbastanza frustranti e con tonnellate di cassette e 33 giri consumati. L’uscita di Van Halen e, soprattutto, lo studio del repertorio dei Rush lo inducono alle prime lezioni “serie” ed all’immediata comprensione di quanto detto da Andres Segovia: “La chitarra è uno strumento facile da suonare male”. In quegli anni aumenta l’interesse parallelo per la liuteria, il customizing e lo studio di tutte le tecnologie legate alla chitarra elettrica. Per circa due anni lavora presso uno storico liutaio napoletano dove apprende i rudimenti tecnici legati alla chitarra acustica ed alle riparazioni in genere. La passione per Pat Metheny, Larry Carlton, la musica brasiliana e l’acid jazz lo avvicinano allo studio dell’armonia jazz anche se in modo discontinuo a causa degli impegni di lavoro e familiari. In questa fase si avvale, anche se per periodi piuttosto brevi, delle lezioni e degli insegnamenti di alcuni fantastici musicisti partenopei. Attualmente suona stabilmente in una band di cover funk ed acid jazz e dedica il tempo libero allo studio dello strumento.
  • Diego Cordua

    Diego Cordua, napoletano, classe 1982. E’ avvocato e lavora per una società di consulenza legale. E’, inoltre, collaboratore esterno di cattedra all’Università Suor Orsola Benincasa. Nel tempo libero è volontario per Amnesty International. Da sempre appassionato di musica, nei suoi tanti ed interminabili viaggi gli piace ascoltare di tutto, da Paolo Conte ai Police, passando per i Fitness Forever ed i Depeche Mode. Non dimentica, peraltro, il suo passato da chitarrista classico, una passione durata un quinquennio e poi messa (ancora per poco) a malincuore in cantina per motivi di tempo. Da questo mix mai sopito nasce la voglia di cooperare alla crescita del sito Age of Audio, nel ruolo di revisore di bozze e di autore dei contributi per la rubrica Articolo 33.
  • Fabio Spampinato

    Fabio Spampinato, Consulente seo e Web designer. Classe 93, ha iniziato il suo cammino 3 anni come Web Designer per alcuni progetti di nicchia, attualmente Laurendo in Graphic Design all’Accademia Delle Belle Arti di Catania ha iniziato il suo cammino con la Seo gestendo alcuni blog che in poco tempo sono diventati progetti di riferimento nel web. Fabio attualmente lavora per la Web Agency Novaargo come consulente Seo, insieme a Alberto Baldi – Web Developer Front End Elio Desina – Graphic Designer
  • Mattia Berna

    Mattia Berna Nasce a Treviglio( BG) il 23/07/1988. Da oltre dieci anni lavora come deejay, fonico e tecnico luci in importanti locali e discoteche della Lombardia e del Piemonte. Ha studiato pianoforte presso l’accademia musicale, esperto di musica Afro, collabora con numerosi musicisti in qualità di produttore e arrangiatore. Tiene corsi e workshop di tecnico audio, deejay (live e studio) e programmazione luci in scuole e accademie di musica delle provincie di Bergamo e Milano . Progetta allestimenti luci per spettacoli e concerti live.
  • Simone Gison

    Simone Gison:Nasce a Napoli il 25 Dicembre 1991. Laureando in Informatica inizia a suonare la chitarra all'età di 12 anni ispirato dai gruppi rock anni '60 e '70 come Pink Floyd, Genesis, Led Zeppelin e Rush. Dopo molteplici esperienze in gruppi di vario genere decide di dedicarsi al suo progetto solista, è inoltre impegnato sia in studio che live con la band psychedelic rock Shades of Hate. Nel 2014 spinto dalla sua passione per gli strumenti made in Italy e per la scena musicale emergente fonda ItalianGuitartube.
  • Vince Carpentieri

    Chitarrista, didatta, arrangiatore e da qualche tempo anche blogger. Se gli togliessero la Musica avrebbe serie difficoltà a trovare una collocazione nella società e sarebbe costretto a vagare senza meta nella ridente cittadina di Napoli (quella con il vulcano)...per adesso fa finta di non pensarci e continua a suonare, suonare, suonare....
  • Vincenzo Romano

    Liutaio e musicista napoletano classe '73 si avvicina alla musica nella seconda met‡ degli anni '80. Acquista con i primi risparmi una chitarra acustica Eko Ranger, impara i primi accordi e si appassiona al mondo della chitarra, passando poi alla chitarra elettrica suonando live nei locali dell'interland napoletano. Nel 1994 nasce la passione per la liuteria e dopo alcune esperienze presso liutai locali apre nel 2000 il suo laboratorio di liuteria ìSciusci‡ Guitarsî lavorando per musicisti del calibro di Edoardo Bennato, Enzo Gragnaniello, Giuseppe Scarpato, Michele Montefusco e altri che usano i suoi strumenti sui palchi di tutto il mondo. Partecipa a varie fiere di strumenti musicali nazionali come ìSHGî ad Ancona e Milano ed il "Frankfurt Musikmesse" presentando le sue creazioni che vanno da bassi, chitarre a mandolini e contrabbassi amplificati, molto apprezzate da tutti gli appassionati del settore. Oggi prosegue a Napoli il suo lavoro di creazione, di restaurazione e customizzazione di strumenti a corda.