Source Audio – Programmable Eq

Oggi in prova per Age Of Audio il Programmable EQ,  del marchio Source Audio. Un pedale robusto, curato in ogni dettaglio e studiato per avere una resa professionale, nonostante gli ingombri ridotti al minimo e l’estrema semplicità di utilizzo, che lo rende senz’altro un pedale estremamente “user friendly”. Analizziamolo nel dettaglio.

Come si presenta

Il pedale si presenta solido e ben rifinito, sfoggiando un robusto case in alluminio sabbiato, con controlli che appaiono immediatamente comprensibili e “User Friendly”, cosa non comune soprattutto sugli equalizzatori programmabili come quello in prova. Il range di frequenze sulle quali possiamo intervenire è davvero vario, ben +/- 18 dB di escursione su sette bande, con la possibilità di agire su un’ulteriore banda richiamabile utilizzando la funzione Octave Extend Backpage. Cuore pulsante di questo pedale, un DSP che lavora a 54-bit e convertitori A/D a 24-bit, per una qualità audio sorprendente. I settaggi ottenibili sono salvabili e richiamabili attraverso il footswitch del pedale, true bypass con sistema switch+relay, che garantisce un assorbimento a pedale spento praticamente nullo ed un’ottima affidabilità.  Questo pedale è infine pilotabile in remoto via MIDI (es: per richiamare preset), implementando così ulteriormente la versatilità dell’ effetto.

I controlli

EQ Display: Il display a LED dell’equalizzatore permette di vedere chiaramente qual è il settaggio utilizzato correntemente, mentre le due frecce al di sotto dello schermo permettono di selezionare la banda su cui si intende agire. Per azzerare rapidamente il settaggio impostato basta tenere premute simultaneamente le due frecce di selezione.
Select: è il tasto che permette di selezionare una delle equalizzazioni salvate. E’ possibile salvare fino a quattro preset diversi.
Save: è il tasto che permette di salvare il preset appena creato. Basta premerlo per circa 2 secondi e l’impostazione verrà immediatamente salvata.
Output: il potenziometro regola la quantità di volume in uscita che intendiamo impostare. All’interno dello stesso vi è un LED che si illumina progressivamente man mano che viene incrementato il volume, in modo tale che, richiamando un preset, è possibile rendersi conto del volume di uscita osservando la maggiore o minore luminosità del LED.
Footswitch ON/OFF:è lo switch che permette di attivare o disattivare il pedale. Lo switch può anche fare le veci del controllo Select: infatti tenendo premuto il bottone è possibile cambiare il preset selezionato o attivare la modalità di Auto Scroll (che approfondiremo in seguito).
Encoder: è la grande manopola centrale che permette di modificare in alto o in basso il taglio desiderato su ciascuna banda di frequenza.

BACKPAGE PARAMETERS – Le Funzioni

L’equalizzatore programmabile di Source Audio è dotato di una serie di parametri ulteriori impostabili accedendo alla schermata Backpage Parameters. La schermata è richiamabile premendo simultaneamente i controlli “freccia sinistra” e “Save”. Una volta effettuato l’accesso possiamo modificare ben quattro parametri, denominati OE, SW, AS, MC. Passiamo ad analizzarle in dettaglio.

OE Octaver Extension: Questo parametro consente di agire su un’ulteriore ottava banda a 62 Hz, un’ottava sotto la “normale” frequenza bassa di 125 Hz. Evidentemente questa regolazione è stata pensata per i bassisti che utilizzeranno questo pedale, o per i chitarristi che suonano con accordature ribassate.  A questo punto, se la luce verde è fissa sulla posizione più bassa vuol dire che la ottava banda è disattivata, mentre se è fissa sulla posizione immediatamente superiore vuol dire che l’ottava banda è attivata. A questo punto, per editare il settaggio preferito su questa ulteriore frequenza, basta pressare la freccia sinistra quando è selezionata la banda a 125 Hz, ed il gioco è fatto.
SWSwitching Speed: è la velocità di cambio dei preset quando è attiva la funzione Auto Scroll. La velocità sale man mano che spostiamo la spia indicatrice verso l’alto.
ASAuto Scroll: questo parametro attiva o disattiva la funzione di Auto-Scroll, mai vista prima su di un equalizzatore! Attivando l’Auto Scroll i preset selezionati in precedenza iniziano a scorrere in automatico, alla velocità impostata con la funzione precedentemente esaminata, con la possibilità di ottenere in tal modo degli eccezionali effetti tremolo. Per attivarlo bisogna premere il footswitch On/off, per disattivarlo basterà semplicemente ripetere la stessa operazione.
MCMidi Channel: Con questa opzione è possibile impostare il canale MIDI per la gestione del pedale in remoto.

Come suona? 

Per questa prova ho utilizzato la solita strumentazione “da test”: ovvero Stratocaster S-S-S, Laney VC15 Limited e cavi Reference, a cui ho aggiunto come “ospite d’eccezione” una SG Standard per testare il pedale anche con pick-up Humbucker.Il pedale non dimostra problemi ad essere utilizzato sia “in front” che tramite la connessione al Loop Effetti, risultando sempre silenziosissimo ed efficace in entrambe le configurazioni. Per quanto riguarda invece il collocamento in una pedaliera, va detto che per gli equalizzatori non c’è una regola fissa di posizionamento, e che pertanto sarà solo e soltanto il nostro gusto e le nostre esigenze a guidarci nel cablaggio del pedale prima o dopo la sezione distorsori/overdrive, mentre è regola generale evitare di posizionare l’equalizzatore dopo gli effetti d’ambiente. Passando alla prova audio, va innanzitutto detto che i filtri del Programmable EQ sono assolutamente realistici e precisi, permettendo di scolpire il suono in maniera assolutamente precisa e godibile, grazie anche alla semplicità dei controlli. Infatti, non volendosi addentrare nelle ulteriori funzioni offerte dal pannello “Backpage Parameters”, si potrebbe tranquillamente utilizzare il pedale selezionando la banda su cui agire con le frecce ai lati dello schermo per poi tagliare o enfatizzare la frequenza con il grande potenziometro centrale, ed infine tenere premuto il tasto SAVE per salvare il settaggio. Et voilà, nulla di più facile!
Così facendo, però, ci perderemmo una delle features più interessanti mai viste su un equalizzatore: la nuovissima funzione di Auto-scroll, che permette di mandare in loop i quattro preset di equalizzazione che è possibile salvare e di ottenere in tal modo degli incredibili effetti di Tremolo o Sinth. Il funzionamento è facile: si imposta su “attiva” la modalità AS dal pannello Backpage Parameters, si salvano poi i quattro preset (possibilmente piuttosto diversi tra loro) , infine si torna sul pannello Backpage Parameters per regolare la velocità dell’Auto Scroll con l’impostazione SW. A questo punto per attivare l’Auto Scroll basterà semplicemente tenere premuto il pedale, come per selezionare un preset, e davanti a voi si spalancheranno le porte di alcuni dei suoni più incredibili che voi abbiate mai ascoltato!
Va ricordato, ad ogni buon conto, che l’equalizzatore è un pedale molto “difficile” da maneggiare con la dovuta proprietà: infatti regolazioni estreme non potranno mai portare a suoni realistici, anzi, talvolta generano suoni talmente strani che potrebbero essere volontariamente inseriti in un brano, come ad esempio un taglio super-bright, con alti enfatizzati e bassi e medi scavati, potrebbe essere proficuamente utilizzato in un pezzo funky, ma sono casi limite che non rappresentano il reale – e virtuoso – utilizzo dell’equalizzatore, fedele compagno in grado di rimediare a qualche pecca timbrica del nostro strumento o della nostra catena effetti, a patto di non chiedere l’impossibile!
Chiusa questa doverosa parentesi, torniamo alle possibilità del Programmable EQ, e soprattutto analizziamo le sue capacità di clean booster. Il Programmable EQ infatti, può essere utilizzato anche come clean booster, con un range di volume pari a  +-18 db: per utilizzarlo come booster basta semplicemente alzare tutte e sette le bande alla stessa soglia, utilizzando le frecce ai lati del display e la manopola centrale. Il suono non verrà minimamente alterato, la funzione booster del Programmable EQ è infatti assolutamente trasparente, e l’unica differenza sensibilmente avvertibile sarà l’incremento di volume.
 Altra interessante caratteristica del Programmable EQ è senz’altro il potenziometro, con led integrato, che troviamo alla destra del pedale: questo potenziometro regola il volume in ingresso, e permette di compensare in tal modo la mancanza di volume riscontrabile con determinati settaggi, così da mantenere – qualora lo si voglia – lo stesso volume sia ad effetto attivo che ad effetto bypassato. Il led inoltre permette di valutare visivamente la quantità di volume impostata, a seconda della maggiore o minore luminosità dello stesso, senza agire ulteriormente sul pedale.
In definitiva un pedale interessante, ottimamente costruito, dal rapporto prezzo/prestazioni/qualità onesto, che merita senz’altro una prova, qualora vi capiti “fra i piedi”!

INFORMAZIONI UTILI:

Produttore: Source Audio
Modello: Programmable EQ
Website:www.sourceaudio.net
Distributore italiano: www.referencelaboratory.com
Prezzo: € 149 Iva compresa

Alla prossima recensione
Pierluigi Maisto

Share

About Pierluigi Maisto

Comments

2 Responses to “Source Audio – Programmable Eq”
  1. RichardLast scrive:

    Straordinario! Articolo completo ed esauriente!

  2. Black F, scrive:

    Ottimo articolo! Scritto veramente bene.

Speak Your Mind

Tell us what you're thinking...
and oh, if you want a pic to show with your comment, go get a gravatar!

*